Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Don Ruggero e gli abusi su minori, chiesti 18 anni

"prove molto forti a carico dell'ex parroco"

Il pubblico ministero Francesco Scavo ha chiesto una condanna ad 18 anni di reclusione per Don Ruggero Conti, l'ex parroco della chiesa della Natività di Maria Santissima a Selva Candida è imputato per atti sessuali con minori, violenza sessuale e prostituzione minorile.

Il sacerdote era stato arrestato il 30 giugno del 2008 (poi finì ai domiciliari) perchè accusato di aver abusato, tra il 1998 e il maggio del 2008, di sette bambini affidati alle sue cure nell'oratorio e nei campi estivi.

Le violenze sarebbero proseguite per ben dieci anni sino alla denuncia di un altro prete dello stesso circolo parrocchiale. Violenze confermate anche da parte di un gruppetto di ragazzi che avevano frequentato l'oratorio. I giovani, oggi maggiorenni, avevano spiegato agli inquirenti gli abusi ai quali si erano dovuti sottomettere.

Secondo i racconti dei ragazzi l'uomo avrebbe promesso loro regali. Cd, dvd, capi d´abbigliamento. Anche soldi. Li faceva cenare o pranzare a casa sua poi li invitava a dormire, a volte in gruppo. Proprio nella casa di Don Ruggiero si sarebbero consumati gli abusi.

COMUNE DI ROMA - "Da radicale non auguro a nessuno di finire nelle disumane carceri italiane. Credo, comunque, che nel processo siano emerse prove molto forti a carico di Don Ruggero. Il 7 febbraio preciseremo con l'avvocato Elisabetta Valeri le conclusioni a nome del Comune di Roma".  Lo afferma Mario Staderini, segretario dei Radicali italiani, che rappresenta la parte civile a nome del Comune di Roma nel processo che vede imputato il sacerdote. "Spero che in Vaticano - conclude - abbiano finalmente compreso che ostacolare la giustizia italiana, con un atteggiamento omertoso rispetto ai casi di pedofilia è un grave errore, non solo per le future vittime ma per la chiesa stessa".

[01-02-2011]

 
Lascia il tuo commento