Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tavolino selvaggio, nuove regole

commercianti sul piede di guerra

Tavolini in centro storico: si cambia. Il Piano di massima occupabilità, una sorta di piano regolatore per ridisegnare i criteri in base ai quali ristoranti e locali possono occupare strade e marciapiedi con sedie e tavolini, è stato approvato dal consiglio del I Municipio. Ma l’idea, che doveva stabilire regole ferree per liberare passaggi pedonali indebitamente occupati, si è tradotta in un mezzo flop.

I piani che il municipio doveva approvare entro la data del 31 gennaio erano 135, in realtà il via libera è stato dato solo a nove di questi che interessano piazza della Coppelle, via della Pelliccia, via del Moro, via dei Salumi, corso Vittorio Emanuele, via Santa Maria dell’Anima, piazza di Santa Rufina, via dei Vascellari e piazza dei Caprettari.

“I nuovi criteri verranno applicati anche a tutte le altre strade individuate” assicura Orlando Corsetti, presidente del I Municipio, il cui obiettivo è quello di estendere le regole per le vecchie e le nuove licenze.

Ma di fatto, scaduto il blocco per il rilascio delle concessioni per l’occupazione di suolo pubblico, gli esercenti avranno il diritto di ottenere i nuovi nulla osta. Critiche le associazioni dei residenti che speravano in un piano più esteso e rigoroso. Sul piede di guerra i commercianti che parlano di conseguenze disastrose per i loro affari e di 14mila posti a rischio.
 
 

[01-02-2011]

 
Lascia il tuo commento