Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Occupata l'ex discoteca Stellarium

Action: ''mancano spazi sociali per i giovani''

Hanno occupato per il diritto alla casa, perche’ dal 30 marzo 50 famiglie saranno sgomberate da via Carlo Felice.

Sono una cinquntina di persone, aderenti all’associazione per il diritto ad abitare “action”. Dalle 10 di questa mattina hanno infranto le porte dell’ex discoteca Stellarium, a via lidia 44, a due passi da piazza Zama.

"Siamo venuti qui questa mattina e abbiamo occupato per aprire un dialogo con le istituzioni, perché mancano spazi per i giovani e perché non è possibile che le 50 famiglie di via Carlo Felice che saranno sgomberate il prossimo 30 Marzo rimangano senza un tetto".

Un’occupazione soprattutto per chiedere spazi sociali e culturali al comune di Roma, per aprire un dialogo tra giovani occupanti e istituzioni.

Secondo Action mancherebbero spazi culturali e sociali nel quartiere, nel IX municipio, anche per questo hanno occupato l’ex cinema Airone che poi nel 1990 divento’ una discoteca. L’ex locale notturno “stellarium” e’ chiuso da ormai quasi 10 anni. Ampi spazi inutilizzati, un palco per un piccolo teatro, corridoi, sale e uffici abbandonati e lasciati marcire al tempo, un’ampia cucina e casse di birra ancora imballate in magazzino. Insomma sembra proprio che dalla fine degli anni 90’ i locali di via lidia siano rimasti così come sono stati lasciati.

In tarda mattinata il presidente del Municipio Susi Fantino ha incontrato gli occupanti che hanno ottenuto la disponibilità per un incontro con l’assessore al patrimonio del Comune di Roma Claudio Minelli, l’edificio è rimasto così occupato solo per alcune ore, è poi stato abbandonato dai militanti di Action in attesa dell'incontro con il Comune.

 

 
 

[24-03-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE