Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Operai Fiat in piazza contro il modello Marchionne

timori tra i lavoratori della fabbrica di Cassino, manifestazione anche a Roma

Hanno sfilato in migliaia contro il modello Marchionne, non solo a Roma e Cassino ma in tutta Italia. Il cuore della protesta è stato però nella cittadina in provincia di Frosinone dove circa 10.000 persone hanno manifestato per le vie della città.

A protestare c’erano soprattutto gli operai dello stabilimento Fiat di Cassino, l’unico nel Lazio e che conta circa 3.600 dipendenti che hanno il timore che lo stesso modello sottoscritto per gli stabilimenti di Mirafiori e Pomigliano possa estendersi anche nella fabbrica di Cassino.

Lo stesso amministratore delegato Fiat ieri aveva alimentato i dubbi dei lavoratori: “Su Cassino non si può prevedere cosa succederà nel 2011". Aveva detto Marchionne.

Dipendenti Fiat in sciopero, insieme alle sigle sindacali Fiom, Cgil, metalmeccanici ma anche partiti come Idv, Sinistra e libertà e Partito democratico sono scesi in piazza anche per difendere il contratto nazionale del lavoro che, secondo i manifestanti, sarebbe stato scavalcato dal modello Marchionne.

Questo modello industriale, secondo i lavoratori, peggiorerebbe drasticamente le condizioni degli operai con riduzione delle pause, cambio dei turni con maggiorazione per quello di notte. Lotta all’assenteismo, e chi non ha firmato l’accordo come la Fiom non avrà delegati sindacali in fabbrica. Già durante la manifestazione sono stati diffusi i dati di adesione alle sciopero; secondo le stime della Fiom il 65% dei lavoratori dello stabilimento Fiat di Cassino ha aderito alla protesta.

CORTEO A ROMA - Si è svolto senza particolari problemi il corteo dei Cobas a Roma che è partito da piazza della Repubblica con un lungo camion "carico" di bandiere rosse e ha raggiunto piazza Venezia. In piazza c'erano anche gruppi di studenti.

COLLEFERRO, STUDENTI OCCUPANO BINARI - E' tornata alla normalità la situazione alla stazione ferroviaria di Colleferro, dove i manifestanti diretti a Cassino hanno occupato i binari, ma sono stati poi convinti a sgombrare. C’è stata una polemica con Ferrovie dello stato che, secondo alcuni manifestanti, avrebbe garantito il viaggio in treno gratis da Roma a Cassino invece Ferrovie rende noto che "non è stato mai promesso alcun viaggio gratis". Alcuni manifestanti senza biglietto sono stati fatti scendere per poi bloccato la circolazione sulla Roma – Cassino. Sono stati denunciati per interruzione di pubblico servizio.
 
 

[28-01-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE