Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tariffe taxi, l'antitrust boccia gli aumenti

Alemanno "non si torna indietro"

L’Antitrust boccia gli aumenti delle tariffe dei taxi ma il sindaco Alemanno promette di andare avanti. Secondo l’Autorità garante della concorrenza e del mercato il criterio in base al quale l’apposita commissione tecnica ha valutato la congruità dell’aumento delle tariffe sarebbe anticoncorrenziale.

L’antitrust ha quindi accolto a pieno il ricorso delle associazioni dei consumatori. Secondo Adoc, Codacons, movimento difesa del cittadino e unione nazionale consumatori a causa dell’aumentare dell’offerta di auto bianche, le tariffe sarebbero dovute diminuire anziché essere ritoccate verso l’alto.

La linea di Alemanno però resta netta, il sindaco non sembra voler tener conto delle osservazione dell’autorità garante "Non si torna indietro. ormai la commissione di congruità ha fatto la propria valutazione e quindi si va avanti", ha detto Alemanno.

L’accordo tra Campidoglio e tassisti prevede l’abolizione della tariffa 2 extraurbana. i tassametri da 0,92 centesimi passeranno ad 1 euro e 42 a chilometro, per i primi 5 km. E' previsto anche un aumento di 5 euro per le corse da e per gli aeroporti di Fiumicino e Ciampino. Tariffa fissa, a 25 euro, anche per la nuova fiera di Roma. Scatterà inoltre il supplemento di un euro anche sul primo bagaglio.
 
 

[27-01-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE