Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Fini, indagata per diffamazione escort 'Rachele'

la Procura di Roma avvia le indagini

Diffamazione aggravata e tentata estorsione ai danni del presidente della Camera. Il pubblico ministero di Roma Maria Caterina Sgrò ha iscritto nel registro degli indagati Lucia Rizzo, l'escort conosciuta ai più come "Rachele", che qualche tempo fa aveva parlato di una sua relazione con Gianfranco Fini.

Rachele, proveniente da Ancona ma residente a Reggio Emilia da un anno, afferma di aver avuto tre incontri a pagamento con l’onorevole: il primo si sarebbe tenuto a novembre 2009, il secondo a maggio 2010 e il terzo a settembre dello stesso anno.

Con lei, indagato per tentata estorsione, un uomo che qualche giorno prima che la notizia finisse su alcuni giornali si era presentato alla segreteria del partito di Fini, il Fli, dicendo che avrebbe potuto bloccarne la pubblicazione. Il procedimento che il procuratore Giovanni Ferrara ha affidato al pm Maria Caterina Sgrò nasce non solo dalla querela presentata dal presidente della Camera attraverso i suoi avvocati ma anche da alcuni riscontri di natura investigativa. Rachele e l'uomo potrebbero essere interrogati dai magistrati nei prossimi giorni.

[24-01-2011]

 
Lascia il tuo commento