Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
libri & letteratura
 
» Prima Pagina » libri & letteratura
 
 

Ho sconfitto Hitler

il ricordo Romeo Salmonė, 91 anni, sopravvissuto ad Auschwitz

Si chiama Rubino Romeo Salmonì, sabato scorso ha compiuto 91 anni, sul braccio ha tatuato il numero A15810. È uno dei pochi sopravvissuti di Auschwitz ancora in vita, e nonostante l’età e il dolore del ricordo ha avuto la forza di scrivere un libro dal titolo forte ed eloquente: “ho sconfitto Hitler”.

"Ho sconfitto Hitler -racconta Salmonì con gli occhi che gli sorridono- perché oggi ho 14 nipoti, quattro figli meravigliosi ed una moglie sola che mi ha sopportato tutti questi anni. Abbiamo infatti festeggiato le nozze di diamanti".

Come dice lo stesso Romeo chi abbia vissuto l'esperienza del campo di sterminio "non esce mai completamente da Auschwitz". Romeo, ad esempio, continuerà a utilizzare il numero che ha sul braccio sinistro, A15810, per chiamarsi o farsi chiamare anche dai suoi familiari.

Circondato dalla sua famiglia, oggi Rubino Romeo Salmonì, zio Romeo per come è conosciuto dagli amici, ha presentato il suo libro nella sala del consiglio della Provincia, che con lui ha inaugurato le celbrazioni legate al giorno della memoria delle vittime della shoah, il prossimo 27 gennaio. Un libro, quello di Salmonì, che vale da testimonianza, da strumento per le prossime generazioni che non potranno più ascoltare i racconti dell’olocausto dalla viva voce dei sopravvissuti.

Al fianco di Salmonì, il presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti, il Rabbino Capo Riccardo Di Segni ed il presidente della Comunità ebraica di Roma Riccardo Pacifici. Il volume, una raccolta di scritti, note appunti e frammenti della vita dei campi di concentramento, della sofferenza, delle umiliazioni, della vergogna, delle leggi razziali e dell'incubo della deportazione, è pubblicato dall'amministrazione Zingaretti, nell'ambito del progetto "Provincia di Roma - per la memoria" e si inserisce, come primo appuntamento, nella serie di iniziative con cui la provincia commemora il giorno della memoria: il 27 gennaio.
 
 

[24-01-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE