Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

La Virtus vince a fatica e spera in un ritorno migliore

Una prova da fuoriclasse del "ragno" Smith consegna due punti preziosi a Roma

Enel Brindisi               80     (27     47     61     80)    
 
Lottomatica Roma   84     (16     47     68     84)    

Arbitri: Luigi Lamonica - Massimiliano Duranti - Renato Capurro
Impianto: PalaPentassuglia

Non è un caso che quando Charlie Smtih gira con queste cifre e con questa intensità la partita si indirizzi sui binari della vittoria. Così Roma si ritrova palesemente dipendente dagli alti e bassi del suo americano d'esperienza, fortuna che oggi sono stati solo alti. Per lui 23 punti con 7 su 5 da tre punti (per un 19 di valutazione) seguito a ruota dall'altra mano calda, in questo caso italiana, che risponde al nome di Gigi Datome che chiude con tre su quattro dalla linea dei 6,75 (per il sardo alla fine saranno 15 i punti).


Coach Filipposchi trova la testa e i possessi giusti tra le mani sicure di Gordic, quel play che Roma cercava da parecchio tempo, vede segnali di crescita da parte di D-Wash che potrebbero far riconsiderare le sue sorti in previsione dell'ultimo visto da spendere in casa Toti. Perde invece inevitabilmente minuti il giovane Djedovic che ultimamente alla scarsa confidenza con il canestro ha sommato anche una crescente confusione nel leggere le situazioni chiave del match, e che però resta l'arma in più per il futuro che ogni allenatore vorrebbe avere con se.


Roma vince la gara perché riesce a difendere bene quando serve, continua però a mancare sotto canestro e a rimbalzo, dove deve essere addirittura il sempre presente e ormai quasi leader della squadra Dasic a portare il suo contributo a referto (11 punti e 6 rimbalzi per il montenegrino). 


La Virtus come spesse è accaduto in stagione sparisce quando c'è da aggredire e mordere per chiudere la gara, permette all'Enel Brindisi di rientrare prepotentemente in partita e poi la deve ringraziare per non aver saputo infierire come molti, troppi hanno fatto da ottobre.


Crosariol si limita a svolgere il suo compitino e niente più, Traorè ci prova soprattutto in difesa, ma in attacco rimedia solo palle perse, forse potrebbe essere quella la direzione dove pescare l'ultimo tassello, sempre che Smith resti in scia con prestazioni degne del suo talento e che Gigli acceleri i tempi del suo ritorno in campo.
Resta difficile credere in una possibile striscia di vittorie per questa Lottomatica, serve però guardare intanto al prossimo impegno all'eur nel pomeriggio domenicale, anche se l'Eurolega giovedì ci porterà così lontano (Tel Aviv) che l'importante sarà rientrare quanto prima nella capitale.

Cocco Rossi Stuart

[24-01-2011]

 
Lascia il tuo commento