Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rapina con ostaggi in Piazzale delle Province

arrestati i due rapinatori

Hanno tentato di mettere a segno una rapina alla filiale dell'Unicredit di Piazzale delle Province ma sono stati arrestati.

Uno dei due rapinatori è stato arrestato fuori la banca, l'altro si era rifugiato dentro l'istituto (all'interno del quale c'erano impiegati e qualche cliente) impugnando una pistola. Poco dopo una breve trattativa con la polizia il malvivente si è arreso.

I due banditi ora sono stati trasferiti in Questura, mentre una delle persone che si trovavano all'interno della banca è stata colta da malore. Sul posto è giunta l'ambulanza del 118 e gli operatori sono entrati nella filiale per soccorrerla. Secondo quanto si è appreso, l'allarme è stato dato da un cliente che si trovava all'esterno della banca attorno alle alle 12.30. Tempestivo l'intervento della mobile che dopo circa venti minuti ha messo in salvo gli ostaggi e arrestato i due rapinatori.

Il giorno dopo il colpo nella zona Nomentana si deline una scena tragi-comica della rapina. Stando al racconto di uno dei due cassieri i rapinatori infatti "avevano comportamenti goffi. Uno sembrava in stato confusionale tanto che gli sono caduti i proiettili dalla sua pistola dopo aver puntato l'arma a un ostaggio". 

Venti minuti di terrore. "Erano le 12.30 - ha spiegato il direttore della sede, Ivano Laurenzi -. In agenzia c'erano un paio di clienti e otto dipendenti agli sportelli. I rapinatori erano due: uno è stato arrestato immediatamente dalla polizia, l'altro invece è rimasto dentro. Per circa 20-25 minuti, il rapinatore ha tenuto la pistola in alto, ben in vista e chiedeva che gli si consegnasse un motorino, per scappare.

[11-01-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia