Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, pasticcio a Genova

Giallorossi sconfitti 2-1 dalla Samp dopo essere stati in vantaggio: decisivi due errori di Juan

Come buttare al vento una vittoria che stava maturando per caso. Questa l’estrema sintesi di Sampdoria-Roma, con i giallorossi che trovano ancora una volta i blucerchiati a stopparne le ambizioni. Una primo tempo noiosissimo, che gli uomini di Ranieri erano riusciti a concludere in vantaggio in modo piuttosto casuale, viene ribaltato da una ripresa nella quale clamorosi errori individuali hanno consentito ai padroni di casa di conquistare tre punti del tutto insperati. Protagonista negativo Juan, autore della peggior prestazione in assoluto da quando veste la maglia giallorossa.
Ranieri lascia in panchina sia Totti che De Rossi, mentre in difesa concede un turno di riposo (almeno nelle intenzioni) proprio a Juan, inserendo al suo posto Burdisso. Centrocampo muscolare, con Greco, Brighi e Perrotta. Il primo tempo vede la Roma tentare di controllare il campo senza affondare, ma la Samp risponde con un pressing molto intenso. Quella che ne esce è una sfida di una noia mortale, in cui i giallorossi si affidano a improbabili lanci lunghi per Borriello e Vucinic, e i blucerchiati rispondono con affondi poco incisivi. Nel nulla, spunta proprio il montenegrino, che al 17’ scatta sulla sinistra, brucia Lucchini e fredda Curci (tutt’altro che incolpevole) con un diagonale di destro. La gara sembra mettersi in discesa, anche perché la manovra della Samp si fa meno lucida, e la Roma sembra finalmente poter addormentare la partita, pratica che le riesce meglio di ogni altra. Avrebbe perfino l’occasione del raddoppio, quando, al 36’, un Menez poco in partita si accende, salta due uomini e serve Borriello, che dai 16 metri sfiora il raddoppio con un bel diagonale.
La ripresa si apre con Juan al posto di Mexes, che nel primo tempo aveva accusato un problema alla coscia. Il cambio sarà decisivo. Dopo dieci minuti di calma piatta, infatti, il brasiliano, con un retropassaggio scellerato, serve a Palombo un pallone d’oro per superare Julio Sergio, che lo abbatte: rigore ed espulsione. A lasciare spazio a Doni è Menez, visibilmente contrariato. Pozzi trasforma. Come inevitabile, l’inerzia della gara gira, con la Samp pronta a fare la partita, e la Roma costretta a difendersi. Di Carlo getta nella mischia Pazzini e Macheda, per dare sbocchi a una superiorità territoriale che rischia di essere sterile. Dopo un paio d’occasioni, è di nuovo un incredibile svarione di Juan a concedere ai blucerchiati il gol del vantaggio, firmato sottomisura dall’ex Guberti. E’ il 39’. Il finale è caotico: la Samp perde per espulsione i due centrali Gastaldello e Lucchini, mentre Ranieri (non esattamente spregiudicato) inserisce Totti ad appena 3 minuti dal termine, con esiti piuttosto prevedibili. Il risultato è che la Roma non riesce nemmeno a pensare di impensierire Curci.
Agli alti e bassi di questa stagione ci siamo maledettamente abituati, e dunque questo Sampdoria-Roma può essere comodamente annoverato nel lungo serbatoio di punti persi. E’ vero, la sconfitta è stata causata dai disastri di Juan. Ma tutto è reso più complicato dall’assenza totale di un impianto di gioco. Lusso che il calcio moderno non concede a nessuno. Nemmeno a una squadra con una rosa eccellente come la Roma, e perfino in un campionato in cui in tanti vacillano.

Simone Luciani

Sampdoria-Roma 2-1

SAMPDORIA: Curci; Zauri, Gastaldello, Lucchini, Ziegler; Koman, Palombo, Poli (37' s.t. Mannini), Guberti; Marilungo (17' s.t. Pazzini), Pozzi (32' s.t. Macheda). (A disp.: Da Costa, Accardi, Tissone, Volta). All. Di Carlo 6
ROMA: Julio Sergio; Cassetti, Mexes (1' s.t. Juan), Burdisso, Riise; Greco (45' s.t. Totti), Brighi, Perrotta, Menez (12' s.t. Doni), Borriello, Vucinic. (Adisp.: Castellini, De Rossi, Simplicio, Rosi). All. Ranieri
ARBITRO: Rocchi
MARCATORI: 17' p.t. Vucinic (R), 13' s.t. Pozzi rig., 39' s.t. Guberti
NOTE: giornata fredda, terreno scivoloso. 22.801 spettatori per un incasso di circa 271 mila euro. Ammoniti: Gastaldello per gioco pericoloso, Pozzi per gioco scorretto, Greco per gioco scorretto, Marilungo per gioco scorretto, Lucchini per c.n.r. Espulsi: 10' s.t. Julio Sergio per fallo in area su Palombo, 41' s.t. Lucchini per doppia ammonizione, 46' s.t. Gastaldello per doppia ammonizione. Angoli 5-4 per la Roma. Recupero 1' e 4'

[09-01-2011]

 
Lascia il tuo commento