Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, nella calza tre punti e tanta sofferenza

Catania battuto nel finale per 4-2: doppiette di Borriello e Vucinic

Non è stato facile. Anzi. E’ stato difficilissimo. Ma, in extremis, la Roma è riuscita a piegare un Catania ostico, pronto a sfruttare una serie interminabile di dormite giallorosse, soprattutto in fase difensiva. La Befana porta dunque a Trigoria tre punti che pesano, anche se l’anno solare si apre con tutti i vecchi problemi. Non uno di meno.


La novità dell’ultima ora è Rodrigo Taddei, che vince il ballottaggio con Perrotta e Greco. Proprio il brasiliano va a occupare la casella di esterno di destra nel 4-4-2 iniziale di Ranieri, con Menez dirimpettaio. Sembra tutto in discesa quando, dopo appena 4 minuti, i giallorossi trovano il gol del vantaggio: Borriello prima scarica per De Rossi e poi, dopo la respinta imperfetta di Andujar sul tiro di quest’ultimo, va a siglare il classico gol da condor d’area. Nonostante la difficoltà maggiore – ovvero quella di trovare il vantaggio, contro una squadra non certo spregiudicata come il Catania – sembra superata, il primo tempo giallorosso si trasforma pian piano in un calvario. La poca incisività in fase offensiva (Menez da esterno non entra mai nel vivo del gioco) si abbina ad amnesie incredibili in fase difensiva. Disastrosi, in particolare, Julio Sergio e De Rossi, mentre Fabio Simplicio è impalpabile. Così, il Catania colleziona una serie impressionante di ripartenze. E’ però su calcio d’angolo che i siciliani trovano il pareggio, con Silvestre che, al 29’, punisce Julio Sergio di testa. Quel che non era, alla vigilia, nemmeno preventivabile si realizza otto minuti più tardi, quando Maxi Lopez parte sul filo del fuorigioco, dribbla Julio Sergio e gela l’Olimpico. La prima frazione si chiude, inevitabilmente, fra i fischi.


A pagare per le mollezze del primo tempo sono Simplicio e De Rossi (in condizioni precarie), che lasciano il posto a Greco e al rientrante Perrotta. Dopo appena due minuti, il pareggio: affondo di un ritrovato Riise, cross basso e colpo di testa vincente sottomisura di Borriello. Veementi proteste del Catania: prima del cross, il pallone sembra aver varcato la linea di fondo. Al 13’, Perrotta si libera in area dopo una buona azione di Totti ma viene stoppato al momento del tiro. Nel complesso, però, la ripresa vede una Roma più cattiva e aggressiva nell’atteggiamento. Giampaolo, che punta ancora sulle ripartenze per impensierire i giallorossi, inserisce Martinho e Delvecchio per Llama e Ledesma. Nel finale, però, c’è l’assedio giallorosso, con il ritorno di Vucinic per Taddei. Al 39’ Borriello si inserisce su un errore difensivo del Catania, ma spara su Andujar. E’ il preludio al gol, che arriva al 41’: Totti si libera sulla sinistra, la sua conclusione è rimpallata ma finisce a Vucinic, che fulmina il portiere del Catania. Ancora un gol pesantissimo per il montenegrino che, in un finale in cui la Roma doma senza eccessivi problemi il ritorno dei rossoblu, trova la doppietta: gran partenza in contropiede di Totti e pallone proprio per il numero nove, che da solo in area non può sbagliare.
I segnali positivi, in una partita tutto sommato mediocre – molto preoccupante il primo tempo -, non sono mancati. Ad esempio, la cattiveria mostrata nella ripresa non sempre quest’anno si è vista. Né mancano le ottime risposte da parte di alcuni singoli, come Borriello. Tuttavia, c’è da capire il motivo per cui alcuni giocatori collezionino così tanti errori e distrazioni. E poi, il problema dei problemi: a gennaio, un gioco ancora non c’è. Ma quello, temiamo, per quest’anno non arriverà. PS: l’arbitraggio non ha certo sfavorito i giallorossi…

Simone Luciani

ROMA: Julio Sergio; Cassetti, Mexes, Juan, Riise; Taddei (dal 35' s.t. Vucinic), De Rossi (dal 1' s.t. Greco), Simplicio (dal 1's.t. Perrotta), Menez; Totti, Borriello. (Doni, Burdisso, Cicinho, Brighi). All. Ranieri.
CATANIA: Andujar; Alvarez, Silvestre, Bellusci, Capuano; Carboni; Gomez, Ledesma (dal 28' s.t. Delvecchio), Pesce (dal 43' Mascara), Llama (dal 23's.t. Martinho); Maxi Lopez. (Campagnolo, Marchese, Antenucci, Sciacca). All. Giampaolo.
ARBITRO: Brighi di Cesena.
MARCATORI: Borriello al 5'p.t., Silvestre al 29'p.t., Maxi Lopez al 38'p.t.; Borriello al 2' s.t., Vucinic al 41' e 49' s.t.
NOTE: spettatori 35.000. Ammoniti: Ledesma, Andujar, Alvarez, Silvestre, Cassetti. Angoli: 7-5 per il Catania. Recupero: 1', 4'.

[06-01-2011]

 
Lascia il tuo commento