Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Virtus, miracolo a Siena

Lottomatica - Siena 84-82

La Lottomatica piega di forza una Montepaschi Siena tosta e dalle infinite risorse. Vince la squadra romana dimostrando una maggiore fame di vittorie, e finalmente un gruppo che si sta cementando. Se si interrompe la striscia di dieci vittorie consecutive in campionato per i toscani, continua quella di Roma, che arriva a quattro vittorie consecutive. Partita altalenante, Roma prova subito a scappare (8-2) con Hawkins a guidare l’attacco, ma Siena con la forza dei suoi campioni risponde con tre triple consecutive di Mcyntire, Stonerook e Kaukenas.

Roma non molla e il primo quarto finisce 17-18 per Siena. Il secondo quarto è la degna appendice del primo, grazie ad un’emozionante alternanza di sorpassi e controsorpassi. Forte da una parte e Bodiroga dall’altra fanno impazzire le difese. Il secondo tempo riparte dal 40 pari e la partita sembra non voler avere un padrone. Roma lotta cercando di non scivolare fuori da una partita che Siena, con la coppia Forte-Kaukenas, tenta sempre di far sua. Il punteggio alla fine del terzo quarto dice 56-58 Montepaschi. Il quarto quarto è un’emozione continua, è la continua ricerca della giocata vincente. L’apice della tensione, sfiorato ad un minuto e mezzo dalla fine quando Chatman infila la tripla del pareggio (73-73), viene invece raggiunto a 14” quando dalla fine Baxter è furbescamente mandato in lunetta da Askrabic; 0/2 dell’americano e Roma si salva. L’ultimo tiro sarebbe per Bodiroga ma la sua tripla si infrange sul ferro. Overtime. Tutto prosegue sui binari dell’incertezza, e si fa sempre più concreta l’eventualità di un nuovo supplementare; ma a poco meno di 3” dalla sirena finale Stefansson tira fuori dal cilindro un canestro incredibile, mentre la tripla di Kaukenas si stampa sul ferro. Delirio in campo e sugli spalti al Palalottomatica. Roma batte Siena usando le sue stesse armi: rimbalzi ( 37-25 per Roma) e precisione dalla lunetta ( 18/21 Virtus, 12/23 Siena). I toscani nonostante tutto hanno dimostrato una volta di più di meritare ampiamente il primo posto in classifica; invece Roma apre gli occhi e si riscopre quarta in classifica con la concreta possibilità di riagganciare un’Armani Jeans Milano in affanno.

QUI VIRTUS

Stavolta bisogna fare i complimenti a tutti, anche a chi come Chatman ha tentennato, ma ha quantomeno messo cuore in campo. Notevole la sua tripla del pareggio a quota 73. Bisogna dare un 10 a Stefannson per la giocata della partita, nonostante in campo sia stato poco attivo, e un altro 10 ad Askrabic per la sua mefistofelica gestione dei falli contro Baxter nei secondi conclusivi. Da sottolineare la solita prova di classe per Lorbek che sfida da solo o quasi la frontline di Siena.

I MIGLIORI

BODIROGA DEJAN, 18 punti ( 6/9 da due, 0/4 da tre), 3 rimbalzi. Nel primo tempo spiega pallacanestro a tutto il Palalottomatica, nel secondo si sacrifica per la causa comune –da notare la sua fantastica difesa su Forte – dimostrando anche con i fatti la sua leadership, e la sua immensa classe.
HAWKINS DAVID, 25 punti ( 7/10 da due, 2/4 da tre), 5 rimbalzi. Incisivo nel finale di gara, concreto durante tutto il match. Terrificante la schiacciata in faccia a Kaukenas che fa esplodere il palazzo. Dice che può dare di più alla squadra, tutti se lo augurano, certo che se questo è l’inizio…

Marco De Leo

[20-03-2007]

 
Lascia il tuo commento