Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sicurezza stradale, rapporto Ania

idee dei romani confuse

L’Ania, la Fondazione per la sicurezza stradale, attraverso un’indagine elaborata da Ipsos nel novembre 2010 su un campione di 800 uomini e donne, dipinge uno spaccato della cultura stradale dei romani preoccupante.

Dallo studio emerge che il 73% dei romani afferma di sapere che a luglio scorso è entrato in vigore il nuovo Codice della strada ma il 43% non sa quali sono le nuove regole e solo il 3% afferma di conoscerle bene. Tra le nuove norme quelle più conosciute sono quelle relative ai tassi alcolemici e all’uso di stupefacenti: su questo è ferrato il 34% dei romani.

Più confuse sono le idee sui limiti di velocità in autostrada: il 24% dei cittadini non li conosce affatto. Appare poi paradossale che in una città che vanta il record di minicar, solo il 4% degli automobilisti sia a conoscenza delle norme relative all’utilizzo delle vetturine.

Praticamente nessuno degli intervistati, il 2%, sa che sono cambiate le regole per il rinnovo della patente per gli anziani.
E solo uno striminzito 19% ha presente il fatto che ci sono nuove norme per tutelare i pedoni sugli attraversamenti pedonali.
Bocciati i neopatentati: più della metà non sa che è obbligatorio conservare il tasso alcolemico zero nei primi tre anni di patente.
 
 

[31-12-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE