Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Gabriele Lavia direttore del Teatro di Roma

Presentato il nuovo vertice del Teatro con Franco Scaglia alla Presidenza

Con i nuovi vertici, Franco Scaglia alla Presidenza e Gabriele Lavia alla direzione, il Teatro di Roma si prepara a vivere una nuova "grande stagione". Nelle intenzioni di Lavia c'é la "costituzione di una compagnia stabile", mentre al vicepresidente Massimo Petroni è stato affidato "il progetto di renderlo il Teatro nazionale d'Italia".

A presentare il nuovo Cda in una conferenza stampa sono stati il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, la presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, e l'assessore provinciale alla Cultura, Cecilia D'Elia.

Nel corso della conferenza, al Teatro Argentina, il neo  presidente Scaglia ha detto: "Il nostro sogno è rendere questo teatro sempre più importante e aperto non solo al mondo del teatro, ma a tutte le arti, un luogo d'incontro che diventi il centro culturale della città e della regione". Ma il vicepresidente Massimo Petroni si occuperà di un progetto ambizioso, "farlo diventare Teatro nazionale".

"Gli abbonamenti del Teatro Argentina - gli ha fatto eco Lavia - diventeranno 12 mila, a costo di comprarli tutti io... Io reciterò e farò regia, ma questo non vuol dire che metterò cancelli. Un teatro a gestione pubblica - ha proseguito – deve avere una compagnia stabile, questa compagnia che nascerà sarà il motore del Teatro di Roma".

Il Teatro di Roma comprende sia il Teatro Argentina, sia il Teatro India, e da quest'anno gestisce anche i 'teatri di cintura', dislocati nell'asse urbanistico della periferia. "In un momento in cui si parla di cultura in maniera negativa e di tagli - ha affermato la Polverini - ci troviamo in un teatro sano con una contabilità in positivo. Credo che con una guida del genere da qui possa partire un rilancio non solo della cultura di Roma ma di tutto il Lazio".

Il sindaco si è detto soddisfatto della scelta di Lavia per la direzione, e ha aggiunto: "E' stata una grande intuizione della Polverini. L'idea del Teatro nazionale è una grande sfida".

[21-12-2010]

 
Lascia il tuo commento