Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Scontri a Roma, Gasparri shock

la lettera riconciliatrice di un poliziotto

di Simone Chiaramonte

'Daspo', 'arresti preventivi', 'potenziali assassini', 'collusioni con il terrorismo'. Ovvero parlare di tensione per alimentare le tensioni. Con questa formula si potrebbero riassumere gli effetti delle dichiarazioni a più riprese di esponenti della Lega prima e del capogruppo del Pdl al Senato Maurizio Gasparri poi. "La Lega è favorevole alla estensione del 'Daspo' alle manifestazioni anche non sportive e in tal senso presenterà in Senato un emendamento al ddl sicurezza del Governo", aveva fatto sapere il presidente dei senatori Federico Bricolo. Quindi Gasparri: "Voglio fare un appello: genitori, dite ai vostri figli di stare a casa. Quelle manifestazioni sono frequentate da potenziali assassini. Vanno evitate".

Frasi scioccanti precedute da altre dichiarazioni che hanno scatenato un'ondata di polemiche: "Invece delle sciocchezze che vanno dicendo i vari Cascini e Palamara - ha continuato Gasparri- qui ci vuole un 7 aprile. Mi riferisco a quel giorno del 1978 in cui furono arrestati tanti capi dell'estrema sinistra collusi con il terrorismo". E ancora: "Serve una vasta e decisa azione preventiva. Si sa chi c'è dietro la violenza scoppiata a Roma. Tutti i centri sociali i cui nomi sono ben noti città per città. La sinistra, per coprire i violenti, ha mentito parlando di infiltrati. Bugie". Tesi, a dire il vero, regolarmente smentite dagli stessi giornali e siti internet spesso attaccati dal governo.

Le reazioni non si sono fatte attendere: "Bisogna stare molto attenti - ha detto a "Che tempo che fa" Massimo D'Alema, presidente del Copasir - perché l'interesse alla violenza è un interesse dei gruppi violenti, ma potrebbe diventare anche un modo di chi è al potere di rafforzare il proprio potere. È un gioco che abbiamo già visto anche nel passato".
Per il leader dell'Italia dei valori, Antonio Di Pietro, le parole di Gasparri "confermano soltanto la volontà del governo e di questa maggioranza di imporre il modello fascista". Gasparri "con la consueta finezza argomentativa propone una riesumazione dell'arresto preventivo che è annuncio di fascismo", ha osservato il leader di Sel Nichi Vendola mentre Articolo21 si chiede: "Perché Maurizio Gasparri fomenta con dichiarazioni irresponsabili gli animi già tesi?". Critici anche i finiani: "Tra fantasiose proposte di daspo per i manifestanti e farneticanti ipotesi di arresti preventivi, Pdl e Lega rischiano di creare - ha dichiarato Fabio Granata - dinamiche sudamericane in Italia".

Cauto il sindaco di Roma Gianni Alemanno: "Preferisco fare un appello alle responsabilità che criminalizzare, ma dico con chiarezza a tutti: il centro storico di Roma nun se tocca". Si è espresso in romanesco rispondendo a chi gli chiedeva un commento sulle parole del capogruppo del Pdl al Senato.

Al di fuori dei commenti politici, c'è l'iniziativa di un poliziotto: "Ragazzi, siamo con voi. Se siamo in piazza è per consentrivi che il vostro diritto di manifestare sia rispettato". Attraverso una lettera aperta pubblicata su Grnet.it Maurizio Cudicio, della questura di Trieste, si rivolge agli studenti che "che mercoledì andranno in piazza": "Noi rappresentiamo lo Stato quando ci vedete in strada ma credimi siamo orgogliosi di farlo, amiamo il nostro lavoro ma siamo in piazza anche per voi. Per noi siete tutte persone che hanno diritto di manifestare e noi siamo in piazza perché questo diritto sia rispettato".
"Abbiamo paura - continua il poliziotto - sì tante volte e in certi momenti forse sbagliamo, ma credimi, parlo con il cuore, quando ci troviamo tra due fronti, in mezzo alla guerriglia urbana è veramente dura". Maurizio Cudicio ha creato un gruppo su Facebook, "Movimento poliziotti" con il quale si propone di creare un punto di incontro fra cittadini e poliziotti.

 
 

[20-12-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Gasparri: "ai cortei potenziali assassini""
 
 
  CORRELATE