Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

L'Eurolega sorride a Roma

In un clima da amichevole La Virtus Lottomatica vince in casa contro l'Unicaja Malaga

Virtus Lottomatica Roma 81 - Unicaja Malaga 75

Il gelo che attanaglia Roma penetra anche in un PalaLottomatica ancor più deserto, per una gara che già in partenza non presentava particolari motivi di interesse con entrambe le formazioni alle Top 16. Per fortuna gli spagnoli sono spavaldi conquistatori e mano mano occupano alcuni settori fino quasi a pareggiare lo scarso pubblico romano.
In realtà i motivi per essere concentrati e battaglieri ce ne sono a palate, per una squadra che sta ancora vivendo una crisi non semplice e dalla quale ci si aspetta di poterne uscire con una serie positiva importante. Dall'altra parte Malaga si gioca il primo posto nel girone, ancora matematicamente alla portata.
Nel parterre torna dopo parecchio tempo il sindaco del basket Veltroni, seduto accanto al rientrante Boscia Tanjevic.
In campo nel silenzio più assoluto si sente il solo Boniciolli alle prese con il countdown sulla prima azione, parziale di Roma fino al 10 a 0 con una tripla a testa per Djedovic e D-Wash, mentra Malaga appare un po' distratta e poco reattiva.
Time out spagnolo e reazione tutta verde che riporta la gara in parità, per merito dei veterani Rodriguez e Jimenez e del fischiato McIntire.
La gara procede in un sostanziale equilibrio con Malaga che non forza più di tanto e Roma che non trova l'allungo per portare la gara verso la propria sponda, fino all'ultimo decisivo quarto nel quale torna il tipico smarrimento dei ragazzi di casa e l'Unicaja emerge come squadra meglio organizzata con ben altro spessore.
Roma però ci prova dimostrando una volontà ed una capacità di reazione che fanno ben sperare per gli impegni futuri, è brava e paziente nel subire falli ed approfittare di qualche amnesia andalusa, ed allora la medaglia si rovescia, e grazie ad un paio di penetraioni fulminanti riporta la testa avanti con tre minuti da giocare sul cronometro.
Datome anche stasera è in paritita e lo si vede (14 punti a referto per l'azzurro), si lotta a rimbalzo, Traorè giganteggia (per lui 12 punti e 10 rimbalzi equamente distribuiti) e strappa palloni importanti che Djedovic (23 punti) e D-Wash (18 punti) trasformano sia su azione che a palla ferma fino al +6 casalingo.
L'ultimo assalto spagnolo spara a salve e Roma seppur già qualificata conquista una vittoria preziosa soprattutto per il morale e per scacciare un po' la crisi in vista della fondamentale trasferta a Biella nel pranzo domenicale.

Cocco Rossi Stuart

 

[15-12-2010]

 
Lascia il tuo commento