Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Barattiamo e Swap, la cultura dello scambio

Chi non si è mai trovato in difficoltà di fronte a una lista troppo lunga di regali, da cui non è possibile eliminare neppure il cugino di terzo grado o la collega del quinto piano di cui non si ricorda il nome? E chi non si è mai ritrovato dopo le feste con un’altrettanto lunga lista di regali non troppo graditi a ingombrare casa?
Ora c’è una soluzione a entrambi i problemi: il baratto. Praticato da secoli, lo scambio si riveste oggi di nuove formule commerciali e glamour che lo rendono accessibile, utile e divertente per tutti.

Dal 2008 ha aperto a Roma “Barattiamo”, negozio dello scambio nato dall’esigenza di fornire nuovi servizi al settore dell’abbigliamento donna, tra i più colpiti dalla crisi economica di questi anni.
Le clienti possono portare al negozio i capi di abbigliamento che non mettono più per varie motivazioni, dal cambio taglia alla volontà di scambiare un regalo non gradito fino al desiderio di cedere uno dei propri capi per regalarne un altro ad un’amica.

La direzione del negozio effettua al momento una valutazione del capo in termini di categoria di prezzo, inserendolo in una delle tre categorie in cui sono catalogati i beni presenti nel negozio.
Pagando una quota fissa che va dai 13€ ai 20€ la cliente può scambiare immediatamente il suo capo con i circa duecento presenti in negozio.

“Barattiamo”
Via Amatrice, 24 (viale Libia)
Tel. 06/64811278
Sito internet www.barattiamo.org

 Aperto da Lunedì a Sabato
Ore 10.00 – 19.30

Il baratto ha però molte altre formule, come il nuovo e popolare fenomeno degli “swap parties”. Lo “Swap Club Italia” conta circa 2000 iscritti nella community on-line e dal 2009 organizza eventi dal vivo anche a Roma.
I partecipanti allo swap (in prevalenza donne, ma non solo) possono portare capi di abbigliamento, borse, scarpe, cappelli e cinture rigorosamente in buono stato. Lo swap party non deve essere inoltre confuso con un mercatino vintage: è un luogo dove si scambiano cose nuove o semi-nuove di cui si è stancati o che si desidera “riciclare”.

Ad ogni capo consegnato è assegnato da una giuria di esperti di moda un bottone di colore diverso a seconda della categoria di prezzo a cui appartiene. Il partecipante può usare il suo bottone scambiandolo con uno dei capi classificati nella stessa categoria.
Nella formula “classica” dello swap il partecipante, al momento della consegna del suo capo, perde la facoltà di riprenderlo in caso di mancato scambio. Lo “Swap Club Italia” ha però introdotto una novità: la “Swap Boutique”: in questo spazio si potranno depositare i capi ed accessori di maggior valore e, in caso non si trovi nulla di proprio interesse, è possibile riportare a casa i propri oggetti.

Il prossimo “Swap Party” si terrà Sabato 18 Dicembre presso lo showroom Piazzadantestudio in zona Manzoni. Durante lo swap si potrà assaggiare il sushi di SoSushi, storico partner degli swap parties.
L’inizio dello swap è fissato alle ore 16.30 e si consiglia puntualità per permettere di svolgere in breve tempo le operazioni preliminari all’inizio dello swap vero e proprio.
Contributo di partecipazione 10€, si consiglia la prenotazione su www.swapclub.it/swaproma

Last Minute Swap Party
A cura di Swap Club Italia
Showroom Piazzadantestudio
Piazza Dante, 9 (Manzoni)
Email: info@swapclub.it
Sito Internet: www.swapclub.it

[15-12-2010]

 
Lascia il tuo commento