Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Scontri, il prefetto Pecoraro: “Bene le forze dell’ordine”

la prudenza ha evitato che gli scontri degenerassero

Il prefetto di Roma Giuseppe Pecoraro non ha dubbi: se ieri nel centro città non è accaduto nulla di irreparabile il merito è tutto delle forze dell’ordine che con prudenza e responsabilità hanno evitato di rispondere alle provocazioni.

Nel corso di una conferenza stampa in prefettura, a poche ore da episodi di guerriglia urbana che in città non si vedevano da anni, Pecoraro non usa mezze misure: gruppi di facinorosi, provenienti per lo più da fuori Roma, hanno cercato più volte lo scontro fisico con polizia, finanzieri e carabinieri.

È stata una giornata triste e difficile, ha esordito Pecoraro. In un contesto complicato come è stato quello del primo pomeriggio di ieri, il prefetto ritiene che le forze dell’ordine abbiano ottenuto quello che era l’obiettivo principale: garantire il regolare svolgimento dei lavori parlamentari.

Pecoraro ha raccontato i momenti seguiti alla notizia che il governo anche alla Camera aveva ottenuto la fiducia. Inizialmente, ha spiegato, si era diffusa l’informazione che il risultato fosse l’opposto. Quando i manifestanti hanno invece scoperto che l’esecutivo era uscito indenne dalla conta dei voti, nervosismo e rabbia sono esplosi con più violenza.

Il prefetto guarda anche al futuro immediato. Con la votazione del ddl Gelmini già calendarizzato (la prossima settimana la riforma dell’Università sarà al vaglio del Senato) non è da escludere che manifestazioni anche molto tese possano di nuovo verificarsi in città. Pecoraro ha ribadito che il diritto a protestare non verrà mai negato, ma che allo stesso tempo le forze dell’ordine saranno pronte a reagire alla violenza.

Antonio Scafati
 
 

[15-12-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE