Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cultura Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma
 
 

Tutti a scuola

Il Lanificio 159 aderisce alla campagna di solidarietà promossa e organizzata dall’Arci Darfur

Factory culturale ormai di riferimento della capitale, il Lanificio 159 è lieto di aderire e di sostenere la campagna di solidarietà “Tutti@scuola” promossa e organizzata dall’Arci Darfur con il sostegno della Provincia di Roma e dell’Arci Roma e i contributi di Pigna per i quaderni  e DHL per la spedizione.

Il 12 dicembre alle ore 20 si svolgerà nella splendida sede del Centro Baobab di via Cupa a Roma (ex vetreria industriale dismessa, oggi luogo speciale, punto di incontro e di dialogo tra culture diverse) una serata speciale in cui non sarà solo possibile assaggiare ottimi piatti di cucina sudanese, ma anche assistere alla proiezione di un documentario sul Darfur, al concerto di Badara Seck e al dj set di De-monique & Miz Kiara // Female Cut. Sarà inoltre possibile acquistare oggetti e stoffe provenienti direttamente dal Sudan presso una bancarella natalizia appositamente allestita e ricevere in omaggio un libro della prestigiosa casa editrice Derive/Approdi con l’acquisto di una bottiglia di vino biodinamico.

Lo scopo di “Tutti@scuola” è di acquistare e distribuire materiali scolastici ai bambini e le bambine del campo di Bredjing, in Chad, al fine di contribuire alla loro istruzione. Il sostegno riguarda anche il corpo insegnante che gratuitamente organizza i corsi scolastici nel campo di Bredjing. L’aiuto è rivolto soprattutto agli insegnanti dell' associazione “Altadamoune Alkhayria”, costituita da insegnanti e volontari del campo profughi di Bredjing, in Ciad che gestiscono 10.000 bambini rifugiati del Darfur  offrendo loro un set di materiale scolastico completo, uno per ciascun bambino.

L'aiuto non sarà una tantum, ma con la campagna "Tutti@scuola" li sosterrà per alcuni anni finché l'emergenza non sarà cessata. L'obiettivo è quello di raccogliere il possibile, senza mediazioni e sprechi, senza finanziamenti pubblici, ma solo con il lavoro volontario dei comitati territoriali e dei numerosi circoli, attraverso iniziative volte a raccogliere fondi (soldi per comprare quaderni, penne, matite, gomme, pennarelli). L'associazione dei maestri seguirà direttamente la consegna al campo testimoniando tutto in un documentario.
Il Centro Baobab è in via Cupa 5.
Telefono: 06 97848219/ 20

[11-12-2010]

 
Lascia il tuo commento