Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Cucchi, decisione del Gup attesa per il 25 gennaio

il giovane morì il 22 ottobre 2009, a sei giorni dall'arresto

Stefano Cucchi E’ attesa per il 25 gennaio la decisione del giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Roma riguardo al rinvio a giudizio degli imputati nel procedimento per la morte di Stefano Cucchi. Il geometra romano di 31 anni, morì il 22 ottobre del 2009 all’ospedale Pertini, sei giorni dopo il suo arresto per detenzione di droga.

Nell’aula A del Tribunale continua la discussione nell’udienza preliminare, la tesi della Procura che ha contestato le lesioni lievi ai poliziotti non convince nessuna delle parti. Per questo prima della decisione sul rinvio a giudizio saranno probabilmente necessarie altre udienze.

Lo scorso 27 ottobre i pubblici ministeri Barba e Loy avevano chiesto il rinvio a giudizio per 12 persone, secondo l’accusa sarebbero state le omissioni del personale medico ad aver causato direttamente la morte di Cucchi, quando invece sarebbero bastati i più elementari presidi terapeutici per salvarlo.

Il rito ordinario è stato scelto dai tre agenti di polizia penitenziaria e dai sei medici e tre infermieri dell’ospedale Pertini che ebbero in cura Cucchi. Il direttore dell'ufficio detenuti e del trattamento del provveditorato regionale dell'amministrazione penitenziaria invece ha chiesto di essere giudicato con rito abbreviato, i Pm hanno sollecitato una condanna a due anni di reclusione.

[07-12-2010]

 
Lascia il tuo commento