Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma beffata dal Chievo

In vantaggio 2-0, i giallorossi si fanno rimontare: finisce 2-2. Campo in condizioni terrificanti.

Ennesima occasione gettata al vento, e una stagione che, nonostante i molti punti potenziali di svolta, stenta a decollare. Così, anche con un modesto Chievo non accenna a essere sfatato il tabù delle zero vittorie in campionato lontano dall’Olimpico. Stavolta, a negare i tre punti una rimonta tanto inaspettata quanto evitabile dei veronesi. Sacrosanta ogni critica a un campo in condizioni impresentabili (che non è di certo, però, una scusa valida).
E’ proprio il pantano del Bentegodi a convincere Ranieri a presentare una formazione del tutto inedita: Pizarro va in panchina per lasciare spazio a De Rossi, Brighi e Greco e in attacco, a sorpresa, c’è Adriano accanto a Vucinic. In panchina Totti, Borriello e Menez. Nella prima frazione i giallorossi si mostrano tutto sommato a proprio agio su questo genere di terreno. Il Chievo è alla continua ricerca dello scatto sul filo del fuorigioco da parte di Pellissier, ma la trappola della difesa della Roma è sempre puntuale. La prima delle poche emozioni la provoca proprio Adriano, con un buon calcio di punizione che finisce di poco alto. A sbloccare la partita, invece, è un lampo di Fabio Simplicio, schierato in posizione di trequartista: il brasiliano sfrutta un’indecisione in area di Rigoni, gli sfila palla con un gioco di prestigio e beffa Sorrentino. E’ il minuto 26. La reazione del Chievo è volenterosa ma poco concreta, e affidata soprattutto al dinamismo di Constant. Ma è la Roma a trovare il raddoppio, in extremis: Adriano libera bene Cassetti sulla destra, ed è ancora Fabio Simplicio a sfruttare al meglio il cross del terzino.
Il secondo tempo, che si prospetterebbe più che tranquillo per gli uomini di Ranieri, mostra invece un’inerzia della gara totalmente diversa: la Roma solida e sicura del primo tempo si trasforma in una squadra che concede campo e possesso di palla, mentre il Chievo riesce a schiacciare gli avversari nella propria metà campo. Causa, anche, del calo fisico di diversi giallorossi (in primis Adriano e Vucinic), e delle scelte di Stefano Pioli, che con l’ingresso di Granoche sposta Moscardelli sulla trequarti. Ed è proprio quest’ultimo, nonostante il fisico non sia certo quello della seconda punta, a mandare in tilt la difesa della Roma. Al 16’ è proprio un sinistro dal limite di Moscardelli a riaprire la partita, ma decisivo è l’errore di Julio Sergio. La rete dà ulteriore coraggio ai padroni di casa, che aumentano ancor di più l’intensità di gioco. Julio Sergio si riscatta su Granoche in uscita bassa attorno alla mezz’ora, mentre la Roma è tutta in un tiro a botta sicura di Fabio Simplicio su assist di Adriano, ma c’è il muro difensivo dei padroni di casa. Ranieri prova a correre ai ripari con Borriello al posto di Adriano e con il rientrante Taddei per Greco. Ma il gol è nell’aria, e arriva al 38’: Bogliacino serve Granoche, che a tu per tu con Julio Sergio non sbaglia. Il finale, come prevedibile, è un exploit di nervosismo da parte della Roma, con momenti totalmente da dimenticare: De Rossi si fa espellere per un fallaccio, mentre sono Julio Sergio e Mexes a evitare, su una doppia, clamorosa occasione per il Chievo, il gol della sconfitta prima di Pellissier e poi di Granoche.
Dopo questa sfida, il rischio serio è di ripiombare nel grigiore di inizio campionato. Quel che è certo è che la vetta si allontana, i punti persi sono ormai tantissimi e, soprattutto, che una squadra che voglia ambire a posizioni di vertice non può arrivare quasi a metà campionato senza una sola vittoria in trasferta. E in settimana arriva la sfida decisiva di Champions.

Simone Luciani

Chievo-Roma 2-2

Chievo: 28 Sorrentino, 21 Frey, 12 Cesar, 3 Andreolli, 4 Mantovani; 6 Fernandes  (33' st Bogliacino)16 Rigoni, 7 Marcolini (14' st Granoche); 23 Costant; 80 Moscardelli (43' st Sardo), 31 Pellissier. All.: Pioli.
Roma: 27 Julio Sergio, 77 Cassetti, 5 Mexes, 29 N. Burdisso, 3 Castellini; 23 Greco (20' st Taddei), 16 De Rossi, 33 Brighi; 30 Simplicio (38' st Menez); 8 Adriano (33'st Borriello), 9 Vucinic. All.: Ranieri.
Arbitro: Rizzoli di Bologna
Reti: 26'pt e 44' pt F.Simplicio (R), 16'st Moscardelli (C), 38' st Granoche (C)
Ammoniti: 17' st Frnandes (C), 26' st Vucinic (R), 47' Mantovani (C); Espulsi: De Rossi (R) 39' st

[05-12-2010]

 
Lascia il tuo commento