Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Non č che tante vorte...?

Al Teatro Antigone una commedia dedicata ai colori, ai rumori e ai suoni della Cittā Eterna

Nel neonato Teatro Antigone di Testaccio debutta il 2 dicembre “Non è che tante vorte…?”, una commedia dedicata ai colori, ai rumori e ai suoni di una delle città più belle del mondo.
Una delle tante notti sulle sponde del Tevere vissuta da due barboni: lei lucana trasferitasi a Roma per amore di lui, romano “de Roma” che  nonostante le attuali condizioni di vita vive con orgoglio e dignità il suo passato di aspirante attore.

Ad interpretarla, Alessandro Bevilacqua, Annamaria Fittipaldi, Antonello Pascale e Simone Perna, per la regia di Carlo Dilonardo.

“Non è che tante vorte…?” è un modo di dire utilizzato con grande frequenza a Roma. Sostituisce in forma gergale l’espressione “Che per caso…?”.

“In questi anni di permanenza nella capitale – spiega Dilonardo - ho ascoltato quest’espressione, guardando l’interlocutore o il passante e sorridendo di gusto. Ho voluto intitolare questo spettacolo in questo modo, proprio perché rappresenta un momento emblematico di ‘romanità’”.

I protagonisti di questo spettacolo, Alvaro e Maria, ci raccontano con ironia e una punta di amarezza, una delle tante notti sulle sponde del Tevere vissuta da due barboni. “Attraverso la manifesta vena artistica di Alvaro – prosegue il regista - abbiamo voluto realizzare un omaggio ai romani e non, attraverso pillole dedicate alla drammaturgia, alla musica, alla letteratura di origine capitolina, senza pretese, ovviamente, di realizzare uno spettacolo totalizzante in questa direzione”.

Il Teatro Antigone è in via Amerigo Vespucci 42.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni: 392 1505171.


[03-12-2010]

 
Lascia il tuo commento