Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Al Via il Cantiere per il Raddoppio di Via Tiburtiana. Entro il 2009 la Fine dei Lavori

Parte il raddoppio della via Tiburtina tra Rebibbia e via di Marco Simone, ma non solo: il progetto prevede anche la realizzazione di un sottovia e di un ponte. Grazie a queste opere infatti sarà possibile creare 4 anelli di viabilità collaterale di 9 chilometri che potranno drenare il traffico all'interno delle zone industriali e facilitare il collegamento tra le zone residenziali e quelle commerciali. L'allargamento della tiburtina modificherà 550 mila metri quadrati del territorio e si completera? entro il 2009. L'opera che costa 97 milioni di euro prevede in particolare due corsi e per senso di marcia per le auto e i mezzi pesanti, più un corridoio centrale per il trasporto pubblico. A spiegare le diverse fasi del lavoro ci ha pensato questa mattina l'assessore comunale ai lavori pubblici D?Alessandro che assieme al sindaco di Roma Veltroni e a quello di Guidonia Lippiello hanno inaugurato il cantiere. Entro dicembre 2006 verrano conclusi gli scavi archeologici senza interferire con la normale viabilità visto che verranno di volta in volta garantiti dei corridoi di scorrimento alternativi. Intanto si stanno anche predisponendo gli interventi nel sottosuolo per spostare la rete idrica elettrica e fognaria. La Tiburtina ad oggi costituisce uno snodo critico in quanto circa 50 mila auto al giorno e 6 mila nelle ore di punta la attraversano. L'operazione che cambierà il volto della viabilità di questo quadrante della città rappresenta anche un opera di grande tecnologia visto che prevede di spostare la rete dei pubblici servizi che verrano trasferiti all'interno dei marciapiedi in appositi cavidotti. Con il raddoppio inoltre verrà anche facilitato il collegamento tra le 3 viabilità tangenziali principali: il gran raccordo anulare, l'asse tra San Basilio e Tor Cervara e quello tra Marco Simone e l'A24.

[19-05-2006]

 
Lascia il tuo commento