Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Alemanno propone i CPT per i Rom

accusato di xenofobia e querela per diffamazione

Centri temporanei di permanenza per i nomadi di Roma, proprio come quelli per gli immigrati clandestini.

E’ la proposta di Gianni Alemanno, consigliere comunale e neo presidente della federazione romana di AN che ha scatenato polemiche e accuse a non finire, comprese quelle di xenofobia a cui il deputato di AN ha annunciato di rispondere con una querela.

L’ex ministro ha presentato al prefetto Achille Serra, che da mesi parla di un vero e proprio allarme sociale circa i rom a Roma, il suo piano.

Ci vuole un accordo Europeo per fermare i flussi soprattutto dalla romania. Ma soprattutto ci vuole un decreto legge urgente che istituisca centri di permanenza temporanea ad hoc.

Ma la Romania, da dove arrivano la gran parte dei nomadi che affollano la capitale, e’ entarta ufficialmente a far parte dell’unione europea dallo scorso primo gennaio. Ecco allora intervenire Carlo Giovanardi dell’Udc, che nonostante la vicinanza politica, distingue i clandestini dagli extracomunitari.

Poche ore dopo e’ la volta del senatore Montino dei Ds, che parla di proposta in contrasto con la normativa europea. Poi pero’ arriva l’affondo piu’ duro, quello di Pino Battaglia, capogruppo dell’Ulivo in Campidoglio. “chi propone l’internamento dei nomadi nei cpt e’ un’irresponsabile, intollerante e xenofobo”.

Proprio quest’ultimo aggettivo ha scatenato la reazone di alemanno che ha annunciato la querela a Battaglia per diffamazione a mezzo stampa”. Solidarieta’ e’ arrivata da alleanza nazionale, mentre l’assessore alla sicurezza del Comune, Touadi’ ha respinto la proposta seppur con toni piu’ soft. “e’ un’idea piu’ demagogica che pratica, visto che i nomadi extracomunitari possono circolare liberamente entro i confini dell’unione europea, a differenza dei clandestini che affollano i centri temporanei di permanenza in atetsa di essere espulsi dal nostor paese”.
Resta il fatto che sul fenomeno rom urgono soluzioni, piu’ che polemiche, le quali invece sembrano proprio non voler finire…

[17-03-2007]

 
Lascia il tuo commento