Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Maltempo, disagi nel Lazio

livello del Tevere intorno agli 11 metri

È in aumento la portata del Tevere in seguito alle importanti precipitazioni della giornata di ieri che hanno colpito il Lazio e l'Umbria. Secondo le stime del Centro funzionale regionale della Protezione civile della Regione Lazio, il livello idrometrico del fiume dovrebbe raggiungere nel pomeriggio gli 11 metri alla stazione di Ripetta.

La Protezione civile fa sapere che "l'evoluzione del fenomeno, che rimane sotto controllo e continua ad essere monitorato dalla sala operativa del Centro funzionale regionale è conseguente all'aumento della portata del Tevere in ingresso nella diga di Corbara, all'altezza di Orvieto, che dovrebbe raggiungere nelle prossime ore il livello massimo all'interno dell'invaso. Per questo si renderanno necessarie manovre di alleggerimento con l'apertura degli scarichi di superficie"  Per la giornata di domani, continua la nota, "si prevede, inoltre una perturbazione che interesserà il Centro Italia, con maggiore intensità nella notte tra martedì e mercoledì, provocando un nuovo afflusso di acqua nel Tevere e conseguentemente il mantenimento dei relativi livelli idrometrici alti per alcuni giorni".

Per quanto riguarda il fiume Aniene la notte scorsa un nubifragio ha creato problemi nell'alta Ciociaria e nella valle dell'Aniene. Problemi si sono registrati soprattutto a Filettino. Il fiume Aniene è di nuovo ingrossato ed è uscito dagli argini nelle campagne di Trevi nel Lazio, nella zona vicino alla centrale elettrica. Allagati i campi circostanti. La Forestale tiene sotto controllo la situazione. La forte pioggia ha sciolto quasi tutta la neve a Campo Staffi, dove nei giorni scorsi si erano accumulati circa trenta centimetri. Torrenti in piena agli Altipiani di Arcinazzo con l'acqua che si è riversata sui prati. Il violento acquazzone ha interessato anche l'alta Valle Aniene, dove però non si registrano particolari problemi.

A Fiumicino ritardi diffusi per i voli in arrivo e in partenza questa mattina a causa del forte vento di scirocco che spira nello scalo romano e per il maltempo che imperversa, oltre che in quota, in alcuni scali italiani e del nord Europa. In particolare nella fascia oraria compresa tra le 8:00 e le 10:00 il vento proveniente da ovest ha raggiunto un'intensità di 18 nodi con raffiche fino a 28. Così molti collegamenti hanno subito ritardi compresi tra 30 e oltre 60 minuti.

[29-11-2010]

 
Lascia il tuo commento