Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

In memoria di me

di Saverio Costanzo. Con Christo Jivkov, Filippo Timi

di Svevo Moltrasio

Andrea entra in un convento di gesuiti per intraprendere il lungo e severo periodo di noviziato: non privo di dubbi, il ragazzo cercherà risposte sulla propria vocazione tentando di arrivare fino in fondo.

Dopo l’acclamato PRIVATE, Saverio Costanzo per la sua seconda opera si è liberamente ispirato ad un romanzo di Furio Monicelli degli anni ‘60. IN MEMORIA DI ME è stato presentato in concorso all’ultimo festival di Berlino, dove ha riscosso grandi consensi soprattutto tra la critica italiana. Ancor più che il precedente, il nuovo film è girato in interni, quelli di un convento veneziano, dove solo il cortile e le grandi finestre consentono poche sequenze all’aperto.

Ignorando i pregiudizi dovuti alle note parentele del regista, fa piacere costatare la conferma di un vero autore, lontano da cliché e banalità tematiche del nostro cinema, che si cimenta in un’opera affascinante e complessa non rinunciando alla propria coerenza stilistica. Nel raccontare l’escalation di dubbi che durante il noviziato tormenta il giovane Andrea, Costanzo punta alla lentezza e al graduale emergere di stati d’animo che tendono alla claustrofobia.

Quel che dispiace è che dietro ad una scelta espressiva estremamente rigorosa, trapeli una certa debolezza del punto di vista: il desiderio di non emettere giudizi sulla realtà che si racconta, rischia di appiattire la forza emotiva dell’opera tanto da renderla troppo fredda e documentaristica. Fin troppo ostico nella sua palese volontà antispettacolare, il film si snoda attraverso prolungati momenti di silenzio, con frequente accompagnamento musicale, contrapposti a lunghi e macchinosi monologhi spirituali. Coraggioso nello stile e nelle ambizioni, il nuovo lavoro di Costanzo finisce per smontarsi nel risultato finale, raccontando troppo poco nonostante l’accurato resoconto quotidiano.

 


Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - costanzo - jivkov - timi
 

[16-03-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE