Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lavori svincolo Gra, dieci manager indagati

accusa di disastro colposo

Sulla testa di dieci manager dell’Anas e  delle ditte esecutive dei lavori pende un’accusa pesantissima quella di disastro colposo. È questa infatti l’ipotesi di reato per cui procede il pm Maria Bice Barborini che ha affidato la consulenza a due ingegneri i quali confermano: il tunnel realizzato all’altezza dello svincolo del raccordo è potenzialmente pericoloso, non solo per chi lo attraversa ma anche per le case della vicina via Volusia.

In effetti il cantiere è sotto sequestro dal mese di giugno dopo le denunce proprio dei residenti di via Volusia allarmati per le numerose crepe all’interno degli appartamenti, comparse in concomitanza dell’inizio dei lavori.

Oggi quindi arriva la perizia dei tecnici che solleva dubbi sulla variante della galleria, passata da camera singola a camera doppia, variante che –dice nel rapporto – si è dimostrata “inidonea e poco affidabile”. Perplessità anche sul materiale utilizzato per ricoprire il tunnel. Si tratta di resine poliuretaniche che dopo la posa in opera si sono sbriciolate. Infine, stando sempre all’analisi degli ingegneri, il cantiere sarebbe responsabile del dissesto sovrastante la rampa di accesso dalla cassia e dei danni alle abitazioni. Mentre l’inchiesta prosegue sulla questione  interviene l’anas che, per bocca del suo legale carlo pondiscia, si dice pronta alla massima collaborazione pur nella consapevolezza di aver lavorato al meglio delle proprie possibilità.
 
 

[24-11-2010]

 
Lascia il tuo commento