Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sport Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma
 
 

Gp di F1 a Roma, il progetto di Flammini

ipotesi interramento della Colombo, cittā dell'arte e dello sport al Tre Fontane

Il progetto del circuito del Gp di Roma nasce nel cuore dell’Eur, si snoda tra il quadrante est ed ovest della città tagliando in due il quartiere senza passare mai per via Cristoforo Colombo.

Il tracciato cittadino, simile concettualmente a quello di Singapore o Montecarlo, conta trenta curve e tre rettilinei in 4 chilometri e 680 metri di asfalto. Le vetture di Formula 1 per percorrerlo tutto dovrebbero impiegare circa 1 minuto e 34 secondi alla velocità media stimata di 177 chilometri all’ora.

Il semaforo verde del Gp di Roma scatterà da via delle Tre Fontane, dove è previsto il traguardo e i box. Dal lungo rettilineo, in senso orario, le vetture passeranno sotto alla Cristoforo Colombo, poi per via dell’Artigianato, via dell’Arte, affianco al palazzo dei Congressi e a due passi dalla Nuvola di Fuksas in costruzione. Il percorso prevede un tratto lento per viale della Pittura, via dell’Industria e poi ancora giù per viale dell’Agricoltura e via Ciro il Grande verso il palazzo della Civiltà del Lavoro, conosciuto come colosseo quadrato.

Da qui una lenta chicane porterà le monoposto in via del turismo, poi un tornante in via Romolo Murri e ancora un ultima curva che da via di val Fiorita condurrà le vetture sul rettilineo di via delle Tre Fontane.
Il gp cittadino di roma, voluto fortemente da ecclestone, e disegnato dall’archietto tedesco caro al patron della F1 Herman Tilke, si dovrebbe correre a partire dal 2012 o 2013, nel mese di agosto, quando la città di Roma è meno affollata.
Secondo il programma formula futuro la città troverebbe 120 milioni di euro di risorse private per investire in infrastrutture e servizi per i cittadini nella zona del Tre Fontane.

Nel progetto è previsto un palazzetto dell’arte e dello sport, campi di basket, volley, rugby, piste di pattinaggio e una palestra a cielo aperto gratuita. Sul piano viabilità l’idea è quella di interrare la Cristoforo Colombo all’altezza dell’obelisco, in piazzale Marconi.
 
Il sogno di Maurizio Fammini, ex pilota di formula 2 e avversario di piloti del calibro di Jabouille, Arnoux, Stuck e Laffite, è quello di portare la f1 nella capitale.  Una storia, quella del Gp di Roma, che ha quasi cent’anni: nel 1925 si disputa infatti la prima gara a Montemario, dal ’28 al ’30 è proprio la zona del Tre Fontane ad ospitare piloti d’altri tempi del calibro di Tazio Nuvolari e Achille Varzi, che a bordo di un alfa romeo, si aggiudica l’edizione del ‘29. Dopo la guerra si corre alle terme di Caracalla, poi si disputano due edizioni a Castelfusano e dal ’63 a Vallelunga. Nel 1985 il gp di Roma entra addirittura nel calendario di F1, allora il progetto era totalmente diverso e piu’ “invasivo” per il quartiere. Nonostante l’idea è caldeggiata anche da Enzo Ferrari, quando tutto sembra pronto, la gara viene annullata per le proteste ecologiste.
 
 

[24-11-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
 
 
  CORRELATE