Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Caso Marrazzo: scarcerato Nicola Testini

cade l'accusa di omicidio volontario premeditato

Nicola Testini è stato scarcerato, il maresciallo dei carabinieri era coinvolto nel caso Marrazzo. Testini, il 29 marzo scorso, fu accusato di aver provocato la morte del pusher Gianguerino Cafasso, fornendogli un mix di eroina e cocaina. La Procura della Repubblica di Roma aveva ipotizzato che il sottufficiale dei carabinieri avesse deciso l'eliminazione del pusher in quanto questi era diventato un testimone scomodo nella vicenda che ha coinvolto l'ex presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo.

L'accusa di omicidio volontario premeditato è caduta sulla base della perizia svolta dal professor Giovanni Arcudi, che ha escluso che Cafasso sia morte per overdose. La morte, secondo le conclusioni del perito, è avvenuta per uno scompenso cardiaco causato dalle precarie condizioni in cui si trova il pusher.

Testini, ora agli arresti domiciliari, deve rispondere ancora di due capi d'accusa: la cessione a Cafasso della droga e la rapina compiuta ai danni di Piero Marrazzo, nel corso dell'irruzione in via Gradoli nell'appartamento del trans Natalì, effettuata in compagni di altri tre colleghi, anch'essi indagati.

[22-11-2010]

 
Lascia il tuo commento