Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Il Gra è l'autostrada più pericolosa d'Italia

dal km 20 al 65 il tratto con più incidenti

Il Grande raccordo anulare di Roma è l'autostrada più pericolosa d'Italia. Nella categoria delle strade statali, invece, la maglia nera va alla via Aurelia, all'altezza dello svincolo sul Gra. I dati sui punti più critici della rete stradale italiana sono stati diffusi dall'Automobile club d'Italia, è chiaro che sui dati influisce il flusso di traffico, a Roma il più intenso d'Italia.

I DATI -  Al primo posto tra le "autostrade" meno sicure d'Italia c'è il Grande raccordo anulare di Roma (dal km 20 al 65) con 13 chilometri con incidenti ricorrenti. Poi l'A1 in provincia di Frosinone (km 603-664) con 10 chilometri con incidenti ricorrenti. Tra le strade statali, invece, al primo posto c'è via Aurelia (dal km 12 al 36) con 7 chilometri con incidenti ricorrenti. Al secondo posto via Tiburtina Valeria (il tratto dal km 12 al 36) con 6 chilometri con incidenti ricorrenti. Al terzo posto, poi, la Pontina in provincia di Latina (dal km 38 al 103) con 6 chilometri. Tra le peggiori anche la Pontina, nel tratto di Roma, e via Appia, sempre nella Capitale.

AUTOSTRADE - Sulla rete autostradale dopo il Grande Raccordo Anulare di Roma nel tratto tra i km 20-65, in classifica si trova l'autostrada del Sole (A 01 Milano-Roma-Napoli) tra i km 603-664 (provincia di Frosinone; sono stati 10 i km con incidenti ricorrenti) e tra i km 260-309 (Firenze; 7 i km più a rischio).

STRADE STATALI - La più "pericolosa" è la via Aurelia (ss 001) nel tratto tra i km 12-36 (7 i km con incidenti ripetuti nel 2009) in provincia di Roma. Seguono la ss 005 via Tiburtina Valeria (Roma) tra i km 12-36 e la ss 148 Pontina (Latina) tra i km 38-103, entrambe con 6 km più a rischio incidenti; la ss 162, strada della Valle Caudina (Napoli; km 0-24); la 148 Pontina (Roma) tra i km 13-31; la 415 Paullese (Cremona), km 17-43; la 007 via Appia (Roma), km 16-46; la 106 Jonica (Crotone), km 240-250; la 004 via Salaria (Roma), km 14-36; la 036 strada del Lago di Como e dello Spluga (Lecco), tra i km 36-43.

LUGLIO MESE CON PIU' INCIDENTI - In generale, luglio si conferma il mese "nero", sabato il giorno con più morti e le 18 l'ora più critica. Di notte si verificano meno incidenti ma più pericolosi, i week-end sono fortemente a rischio. Dal rapporto, poi, emerge che i giovani under 25 sono i più colpiti. Il maggior numero di incidenti, morti e feriti si verifica sulle strade urbane, ma quelli più gravi avvengono sulle extraurbane. Come ultimo dato il rapporto Aci-Istat individua i tipi di incidenti più pericolosi: scontro frontale (4.3%), uscita di strada (4.1%), urto con ostacolo (3.8%) e investimento di pedoni (3.3%). Le motivazioni che invece sono tra le più frequenti il mancato rispetto delle regole di precedenza (17.5%), la guida distratta (15.7%) e la velocità elevata (11.5%): da sole costituiscono il 44.59% dei casi.

[18-11-2010]

 
Lascia il tuo commento