Giornale di informazione di Roma - Martedi 02 settembre 2014
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Slam dunk
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Slam dunk
 
 

Troppo forte l'Olympiakos o troppo piccola la Virtus?

Eurolega: Roma-Olympiakos 71-86

La risposta, dopo l'annunciata sconfitta al PalaLottomatica, davanti ai soliti pochi intimi, si trova a metà strada. Se i vicecampioni d'Europa, motivati a dovere dopo l'inopinata sconfitta in Germania contro il Brose, hanno messo in chiaro fin da subito, e senza appello, chi avrebbe avuto la meglio, la Lottomatica ci ha messo del proprio per non scalfire mai, ma proprio mai, questa certezza.

Si è così assistito a poco più di un esibizione, utile a vedere dal vivo qualche autentico fuoriclasse, rigorosamente in maglia rossa, come Bourousis, incubo per tutti i lunghi di casa, Spanoulis e Teodosic, predicatori, assai ascoltati, di grande basket, e anche quel Mavrokefadilis, passato da queste parti senza lasciare traccia nè nostalgia alcuna, autore invece di una prova solida, e corroborata da numeri di tutto rispetto.

Non erano quindi i due punti quelli che si cercavano da una Virtus reduce dal brodino ottenuto contro Treviso, quanto piuttosto una dimostrazione di maggiore consapevolezza dei propri mezzi, e fiducia negli stessi. Nè da un punto di vista individuale, tranne qualche eccezione (Heytvelt su tutti), nè tantomeno come chimica di squadra, si può dire che questi progressi ci siano stati, ma, tornando al dubbio di partenza, forse contro un avversario così smaccatamente superiore, era forse impossibile arrivassero.

La cronaca della partita è presto fatta: 18-24 al primo intervallo, con la difesa romana impotente davanti ai giochi dentro e fuori dei greci. I tentativi di rimonta del secondo quarto venivano frustrati dalla cattiva reattività a rimbalzo e sulle palle vaganti, e anche da qualche fischio arbitrale figlio della classica, e non solo calcistica, sudditanza psicologica. Vedere però Toti, come è successo all'intervallo, rincorrere gli arbitri per chiedere spiegazioni prima del ritorno negli spogliatoi, è sembrato francamente eccessivo.
Cosa dovrebbero fare allora gli ormai quasi ex appassionati romani, di fronte a certe campagne acquisti?
Il secondo tempo ha ripercorso la stessa falsariga del primo, ma con meno intensità da parte di entrambe le squadre.
Per quanto riguarda i singoli, già detto di Heytvelt, che si conferma in netta crescita dopo il risveglio di domenica scorsa, qiualche nota positiva viene anche dal Crosariolo, miglior realizzatore con 17 punti, ma molti dei quali a partita già sepolta.
Il resto è mediocrità sparsa, minutaggio invertito rispetto alla precedente partita tra Datome e Dasic, entrambi ben al di sotto della sufficienza, l'impotenza di Giachetti di fronte allo strapotere di Spanoulis e Papaloukas, i tiri a salve di Charlie Smith, e qualche guizzo di Djedovic, ragazzo dall'enorme potenziale che presto o tardi arriverà sicuramente ad esplodere, ma non di certo dalle parti dell'Eur.

Risultati 5a giornata Gruppo B
Lottomatica Roma-Olympiakos 71-86
Charleroi-Real Madrid 67-49
Brose Basket Bamberg-Unicaja Malaga domani

Classifica
Olympiakos 8, Real Madrid 6, Lottomatica Roma 4, Bamberg 4, Unicaja Malaga 4, Charleroi 2.


Co. Ro. St.

[18-11-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
 
pharmacie en ligne magicianlocator.com Please click here to buy buy viagra online viagra online Australia click here viagra online , viagra nfuwbfiubwcece434 rr , cialis ,http://ukfarmok.com/ offers a lot of quality viagra pills. Fastest delivery for you! Viagra UK Pharmacy