Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Criminalità, il bilancio della questura

aumentano gli arresti e le espulsioni degli immigrati irregolari

Numeri in grande crescita su tutti i fronti della sicurezza a Roma: questo il bilancio illustrato dal nuovo questore Francesco Tagliente al sindaco Alemanno, in occasione della visita del primo cittadino in via san Vitale.  A tre mesi dal suo insediamento negli uffici della questura, Tagliente ha fatto il punto sull’attuazione del cosiddetto “patto per Roma sicura”

Un progetto che ha nella condivisione il suo punto di forza: partenariato è la parola d’ordine per dare risposte sempre più vicine a chi ogni giorno vive e lavora nella capitale – ha sottolineato il questore –. Dunque collaborazione e sinergie, a cominciare dalla stretta relazione con il comune di roma e i municipi. 

Tanti i successi dell’ultimo trimestre: gli arresti sono aumentati in un anno da  708 a  985.  L'attività antiprostituzione ha portato a un dimezzamento delle presenze in strada.  Particolarmente incisivo è stato poi l’apporto dell'ufficio immigrazione, che ha consentito l'incremento del 52% delle espulsioni degli extracomunitari irregolari, nonché l' aumento degli allontanamenti dei cittadini comunitari, passati da 190 a 879.  Note positive anche per la sicurezza stradale: le denunce per guida in stato di ebbrezza sono aumentate del 212%.  +37% quelle per guida sotto l'influenza di sostanze stupefacenti.

E ancora: sul fronte degli esercizi pubblici, sono raddoppiati i provvedimenti di sospensione delle licenze; gli ammonimenti per stalking sono passati da 6 a 11; i daspo da 13 a 73 rispetto allo scorso anno, grazie anche al grande lavoro svolto dalla digos. Tagliente ha ricordato, inoltre, i 20 arresti eseguiti dalla squadra mobile sul fronte del constrasto del fenomeno dell’usura, uno dei più difficili da intercettare.  A margine dell’incontro, il capo della questura ha anche annunciato l’obiettivo di elevare a rango dirigenziale alcuni uffici periferici come Anzio e Nettuno".

[17-11-2010]

 
Lascia il tuo commento