Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

Posta elettronica di Facebook

Annunciato il nuovo servizio di posta elettronica Facebook. Mark Zuckerberg ha intenzione di creare una comunicazione unificata che giri tutta intorno al suo social network. Una comunicazione semplice, rapida e informale. Un progetto che intende rivoluzionare il modo di comunicare con le persone, che faccia confluire messaggi di posta, messaggi istantanei ed sms attraverso Facebook. In parole povere: Stefano può scrivere un sms a Filippo, e Filippo può rispondere all’sms direttamente da Facebook.
Ogni utente avrà a disposizione un indirizzo di posta @facebook, il cui nome utente sarà quello scelto tempo fa, quando facebook decise di creare un username in modo da far accedere direttamente alla pagina dell’utente, oppure di crearne uno nuovo. Verrà anche implementato il servizio IMAP e uno spam filter, ovvero un filtro che consentirà ad ogni utente di stabilire la priorità e i limiti con cui poter essere contattati. In questo modo, attraverso la propria lista amici, sarà il destinatario della mail a decidere chi può contattarlo, e non il contrario. La inbox conterrà solo mail provenienti da amici o amici di amici. Tutti gli altri messaggi, magari di persone che non sono presenti su Facebook, verranno spostati nella cartella others.
Mark Zuckerberg ha inoltre affermato che tutto questo non sarà un “mail killer”, che questo nuovo servizio non intende distruggere la classica mail, ma solo creare una comunicazione unificata che ruoti intorno a Facebook, intermediario di tutte le comunicazioni.

Personalmente sono rimasto alquanto allibito quando ho letto questa notizia. Sarà che preferisco di gran lunga comunicare con una semplice mail privata, e non con un post sulla bacheca. Possiedo anch'io un account facebook, perché si è rivelato un ottimo mezzo per ritrovare persone lontane o perse di vista. Ma c’è un punto per me fondamentale: i miei dati, i miei pensieri pubblicati sul social network sono quasi nulli. Pensare poi che Facebook possa essere proprietario anche delle mie mail e dei miei sms, mi disturba alquanto. Perché ritengo la privacy sia una cosa importante. E poi c’è da sottolineare un altro aspetto preoccupante, l’aggiunta di questi servizi porterà inevitabilmente un numero sempre maggiore di utenti a navigare su FB, con la conseguenza che la perdita di tempo aumenterà in mariera esponenziale.  L'unico aspetto positivo di questo nuovo servizio è che si potrà essere contattati con maggiore facilità dai propri amici, quei pochi amici veri che si trovano nella vostra "lista amici".
In conclusione, il servizio di posta elettronica verrà attivato gradualmente nei vari Paesi. Chi non volesse attendere può richiedere un invito qui.

Per consigli o segnalazioni scrivete a: tecknologie@corriereromano.it
Stefano Soriano

[16-11-2010]

 
Lascia il tuo commento