Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, buon pareggio a Torino

Con la Juve finisce 1-1: a Iaquinta risponde Totti su rigore. Partita equilibrata.

Un buon punto, e l’elezione definitiva della Roma versione 2010-2011 a squadra di vertice. I giallorossi tornano infatti da Torino sapendo di non aver nulla da invidiare alla Juventus (anzi…) e, nonostante il terrificante inizio di campionato, di essere ormai nel gruppo di testa. Una partita estremamente equilibrata, e un pareggio tutto sommato giusto.
Squadre tartassate dalle assenze: Ranieri sceglie l’ormai consueto centrocampo di scorta, con Fabio Simplicio e Greco in campo e Brighi in panchina, mentre in attacco Borriello si accomoda in panchina in favore di Vucinic. L’inizio vede una Juve incisiva e una Roma in cerca dell’assetto migliore. Dopo 7 minuti, Iaquinta, perso da Mexes, parte a tu per tu con Julio Sergio ma si allarga troppo, e il portiere brasiliano è bravo a chiudere lo specchio. Male anche l’inizio dell’arbitro Rizzoli, che ammonisce Menez per un intervento su Aquilani, ma non Felipe Melo per un fallo ugualmente pericoloso su Totti. E’ proprio Menez a costringere Storari a una grandissima parata, con un destro a girare sul secondo palo. Col passare dei minuti, la gara si assesta con una Roma a fare il gioco e con una Juve a sfruttare una difesa giallorossa non sempre irreprensibile. Come, ad esempio, al 31’, quando Julio Sergio deve smanacciare un cross dalla destra di Simone Pepe, ed evitare l’intervento a porta vuota di Iaquinta. Il portiere romanista, però, nulla può al 35’, quando Aquilani pennella un cross ai 16 metri che Iaquinta, lasciato totalmente solo dai centrali di difesa, mette in rete in mezza girata. Dopo il gol, immeritato, la Roma reagisce bene e si riversa nella metà campo bianconera, pur non superando i problemi di sterilità mostrati durante la gara, e con un Vucinic evanescente. Al 44’ clamorosa svista di Rizzoli, che non vede un netto fallo da rigore di Chiellini su Mexes. Ciò che accade due minuti dopo, però, spazza via ogni polemica: una punizione dai 25 metri di Totti viene infatti respinta con il braccio da Simone Pepe (con proteste juventine francamente incomprensibili). E’ proprio Francesco Totti a trasformare il rigore e a siglare il primo gol personale in campionato.
La ripresa si apre con Traoré al posto di Grosso da una parte e Rosi al posto di Cassetti dall’altra. La trama non cambia: la Roma fa possesso di palla ma produce poco, mentre la Juve gioca in ripartenza. Al 10’ Delneri prova anche la carta Del Piero, al posto di Iaquinta. Tra le poche emozioni, da segnalare uno spunto di Menez sulla destra, con un cross basso su cui manca l’inserimento di Vucinic nell’area piccola, e un pasticcio di Marchisio su un ottimo pallone da distanza ravvicinata. Borriello e Brighi sono le due mosse di Ranieri, che toglie Totti e Greco, mentre Delneri ripropone anche Amauri, al posto di Marchisio. L’ultimo quarto d’ora vede una Juve superiore sul piano fisico, ma l’unica vera occasione arriva al 37’, ed è per Alberto Aquilani, che raccoglie uno scarico di Felipe Melo e prova la conclusione dai 16 metri, che viene però respinta da Mexes. E’ l’ultima emozione.
E’ la degna conclusione di un ciclo infernale, per gli uomini di Claudio Ranieri, che sarebbero potuti uscire dalle ultime quattro partite (tre di campionato e una di coppa) totalmente affossati, e invece si ritrovano in corsa per le posizioni che contano. Rispetto alle partite precedenti, si sono visti dei miglioramenti anche sul piano dell’organizzazione di gioco (pur restando dei limiti in fase difensiva), mentre sul piano fisico l’autonomia dei 90 minuti ancora non c’è. Tuttavia, il recupero degli infortunati e di alcuni giocatori ancora lontani dalla condizione (primo fra tutti Vucinic) può far guardare al futuro con un certo ottimismo.


Simone Luciani


Juventus-Roma 1-1

Juventus: Storari; Sorensen, Bonucci, Chiellini, Grosso (1'st Traoré); Pepe, Melo, Aquilani, Marchisio (31' st Amauri); Quagliarella, Iaquinta (9' st Del Piero). A disp.:Costantino, Salihamidzic, Sissoko, Lanzafame. All.: Delneri.
Roma: Julio Sergio; Cassetti (1' st Rosi), Méxes, N.Burdisso, Riise; Greco (30' st Brighi), De Rossi, Simplicio, Menez; Totti (23' st Borriello), Vucinic. A disp.: Lobont, Perrotta, Baptista, Adriano. All.: Ranieri.
Arbitro: Rizzoli di Bologna
Marcatori: 35' Iaquinta (J); 49' pt Totti (R) rigore
Ammoniti: Menez (R), Pepe (J), Greco (R)

[14-11-2010]

 
Lascia il tuo commento