Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Smantellata organizzazione di spaccio a San Basilio

nove arresti e 47 denunce

"Voglio un caffé", "mi vengo a prendere un biglietto", "prepara le sigarette". Erano le frasi in codice con cui i consumatori di droga telefonicamente avvertivano gli spacciatori di San Basilio che così organizzavano il luogo dello scambio e le quantità di dosi da vendere.

Cocaina, Marijuana o Hashish, i Carabinieri hanno smantellato una vera e propria organizzazione dello spaccio che partiva dal quartiere di San Basilio. Nove le persone arrestate e 47 quelle denunciate per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio. I pusher organizzavano incontri con i loro clienti in androni di periferia, oppure la vendita avveniva addirittura in macchina, con lunghe code che si creavano in una strada senza uscita. I militari hanno filmato gli scambi e nella notte è scattato il blitz.

Gli spacciatori si facevano pagare anche con prestazioni sessuali, alcune ragazze si prostituivano per la dose di droga. Gli scambi, lungo le strade del quartiere, avvenivano sotto la vigilanza di vedette, giovani pagati fino a 50 euro al giorno e pronti ad avvisare dell'eventuale arrivo dei Carabinieri, chiamati in codice "Maracanà". Durante le perquisizioni nelle abitazioni dei pusher i militari hanno sequestrato diversi chili di stupefacenti, denaro in contante, una balestra e una katana, usate per minacciare chi non pagava la droga.

I Carabinieri hanno scoperto anche 1731 utenze telefoniche "fantasma", rilasciate da 3 dealer romani, con le quali i pusher potevano tranquillamente dialogare senza essere identificati e intestate a persone fisiche inesistenti o reali, i cui dati erano stati acquisiti illegalmente.
 
 

[09-11-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE