Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Ciclista investito ed ucciso sulla Colombo

ancora un pirata della strada, si cerca un Suv grigio

Un ciclista è stato travolto ed ucciso ieri sulla via Cristoforo Colombo, al chilometro 13, all'altezza del Grande Raccordo Anulare, sulla corsia diretta verso il centro. Si chiamava Paolo Cascacvilla, 40 anni e viveva con i genitori in via Panoro 46, a Vitinia.

E' stato travolto da un pirata della strada che invece di fermarsi a soccorrerlo lo hanno abbandonato sul ciglio della carreggiata, probabilmente agonizzante o forse morto sul colpo. Secondo i vigili potrebbe anche essere stato travolto una seconda volta da un auto che non lo avrebbe visto.

Il pirata lo ha colpito in pieno, trascinandolo per più di una trentina di metri. La polizia municipale non dispera di rintracciare l'autista che si è dato alla fuga, probabilmente, a giudicare dai danni alla bici, si tratta di un Suv. Ufficialmente non ci sarebbero testimoni diretti dell'accaduto ma stando ad alcune indiscrezioni la ricerca dei vigili verte su di un'auto di grossa cilindrata, probabilmente un Suv, di colore grigio. "Chi ha ucciso nostro figlio deve pagare -hanno detto i genitori della vittima.

INDAGINI - Gli inquirenti stanno seguendo tutte le tracce per risalire all’identità dell’investitore.  Si stanno visionando le immagini di alcune telecamere poste nei paraggi, così come si stanno confrontando le versioni fornite da alcune passanti.  Indagini invece concluse su un altro incidente mortale avvenuto nei giorni scorsi.  Si lascerà giudicare in Italia il ragazzo ecuadoriano che ha investito e ucciso Marco Bartoccioni, l’architetto di 26 anni, all’incrocio tra via Goito e via Cernaia a Castro Pretorio. 

La decisione dell’ambasciata ecuadoriana, infatti, è quella di non utilizzare l’immunità per coprire il figlio di un funzionario.  A giorni è attesa da parte del Pm la formulazione dell’eventuale capo di imputazione nei suoi confronti.
 
 

[08-11-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE