Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

Wi-fi pubblico: da gennaio il via libera

Oggi è stato varato il pacchetto sicurezza, approvato dal Consiglio dei Ministri e in particolar modo dal Ministro degli Interni Roberto Maroni. Oltre ai numerosi provvedimenti a favore della sicurezza nel nostro Paese, è stato deciso di non rinnovare il Decreto Pisanu, un procedura vecchia che non ha permesso il diffondersi del Wi-Fi in Italia.

A partire dal 1° gennaio sarà più facile collegarsi alle reti wi-fi pubbliche, evitando tutte quelle procedure di identificazione macchina/utente per accedere alla rete stessa.

Nel corso di questi mesi sono state numerose le iniziative e le petizione dei cittadini affinchè venisse modificato in positivo questo decreto. Nonostante sia stato dato parere favorevole per la liberalizzazione del wi-fi, non sono ancora chiari i metodi che verranno utilizzati per non rinunciare alla sicurezza. Il ministro Maroni con il suo entourage avrà tempo fino alla fine dell’anno per definire i metodi di accesso e gli standard di sicurezza.

A questo si aggiungono nuove regole per la creazione di reti wi-fi pubbliche: una prima  tipologia che riguarderà principalmente gli esercizi commerciali come negozi, bar, locali pubblici. La seconda tipologia riguarderà le amministrazioni locali o società intenzionate ad offrire in parchi pubblici o piazze una connessione senza fili. Per entrambe sarà prevista comunque una protezione della rete con password, d’obbligo per motivi di sicurezza informatica.
Vedremo in questi mesi come evolverà la situazione sperando che, anche il nostro Paese, si adegui agli standard europei.

Per consigli o segnalazioni scrivete a: tecknologie@corriereromano.it
Stefano Soriano

[05-11-2010]

 
Lascia il tuo commento