Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Festival del Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Festival del Cinema
 
 

We want sex

di Nigel Cole. Con Sally Hawkins, Bob Hoskins

di Rosario Sparti

Rita O'Grady guidò nel 1968 a Ford Dagenham lo sciopero di 187 operaie alle macchine da cucire che pose le basi per la Legge sulla Parità di Retribuzione. Lavorando in condizioni insostenibili e per lunghe ore rubate all'equilibrio della vita domestica, le donne della fabbrica della Ford di Dagenham perdono la pazienza quando vengono riclassificate professionalmente come "operaie non qualificate".

Nigel Cole,
dopo L'ERBA DI GRACE e CALENDAR GIRLS, racconta un'altra storia di donne e porta sullo schermo, Fuori Concorso al Festival di Roma, la vera vicenda di queste signore che lottano per l'agognata legge sulla parita' di retribuzione, fino ad allora lontanissimo miraggio in una societa' ancora fortemente maschilista.

Un cast corale al femminile dove spicca la presenza della brava Sally Hawkins, in un ruolo immaginario, sorregge la pellicola, così come le donne nella realtà raccontata sembrano essere il vero motore politico, supportate da pochi uomini tra cui il personaggio di Bob Hoskins.

Unendo la commedia inglese tradizionale ad uno sguardo orientato verso il realismo sociale, in particolare soffermandosi su temi impegnati come i diritti in tema di lavoro, il regista realizza un opera ironica e che a distanza di anni da quei avvenimenti continua a colpire nel segno. Talvolta il film pecca nel rimanere in superfice, cercando una via buonista che allenta la presa emotiva dello spettatore ma, debite distizioni dal cinema di Loach, riesce a coinvolgere e restituire lo spirito delle lotte unitarie tipiche di quei anni.

 


Secondo te quanti euro merita??
 

[04-11-2010]

 
Lascia il tuo commento