Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Pirata della strada e diplomatico

chi ha investito e ucciso gode di immunità diplomatica

via Goito Chi ha investito, causato la morte e neanche prestato soccorso al 26 enne romano Marco Bartoccioni, la passerà franca, perché così vuole il diritto internazionale. Grazie alle testimonianze di chi ha assistito all’incidente di lunedì, in via Goito e alle riprese di alcune telecamere, si è risaliti alla vettura, che è di proprietà di un diplomatico dell’ambasciata dell’Ecuador, e quindi come confermato anche dal Ministero degli Affari Esteri, il soggetto gode di immunità diplomatica.

Il diplomatico potrà ora indicare chi era alla guida del veicolo di sua proprietà al momento dell’incidente. Ma poco cambia, perché se chi guidava era alle prese con un incarico diplomatico gode comunque dell'immunità.

Il sindaco Gianni Alemanno sta provando a fare da intermediario con l’ambasciata. Stamattina ha scritto una lettera all’ambasciatore a Roma per invitarlo a chiarire quanto accaduto, a prescindere dall’immunità per rispetto nei confronti della famiglia della vittima.

Erano le 4:30 del mattino di lunedì. Marco era stato a casa di amici a vedere un film, poi ne aveva accompagnato uno a casa in sella alla sua moto e stava rientrando nella sua abitazione quando l’Alfa Romeo 156 del diplomatico lo ha travolto. La vettura non si era neanche fermata a prestare soccorso.
 
 

[03-11-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE