Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Morto l'Imam della Moschea di Roma

Si è spento nella notte tra sabato e domenica. Malato ormai da molti mesi Mahmoud Hammad Scheweita, è stato per più di nove anni l'imam della grande Moschea di Roma. Oggi viene da tutti ricordato come l'uomo del dialogo interreligioso, saggio ed equilibrato. Il direttore per l'italia della lega islamica, Mario Scialoja, lo rimpiange e parla di un uomo di grande carattere e intelligenza che non sarà semplice sostituire. Il sindaco Walter Veltroni, che questa mattina ha fatto visita alla moschea per esprimere il cordogliodi tutta l'amministrazione capitolina, ha voluto richiamare alla memoria il rapporto di collaborazione stabilito avuto con shweita nei giorni difficili del rapimento delle due simone e di Giuliana Sgrena. Anche il rabbino capo di Roma Riccardo di Segni si è unito al coro di quanti hanno speso parole di grande dolore per la scomparsa dell'imam. La malattia che lo aveva colpito gli aeveva impedito da più di un mese di andare in moschea, per i sermoni del venerdì erano stati chiamati altri imam mentre diversi matrimoni sono stati rimandati nella speranza che lui potesse rimettersi. Egiziano, aveva studiato all'università del Cairo. Conosceva molto a fondo il corano e le fonti della religione musulmana. parlava perfettamente l'inglese e in questa lingua, oltre che in arabo, pronunciava il sermone del veneredì. nelle prossime ore la moschea comunicherà il giorno dei funerali, mentre l'ambasciata d?egitto sta accelerando le procedure per il rimpatrio della salma. Ile

[22-05-2006]

 
Lascia il tuo commento