Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Attimi

Gabriella Di Luzio protagonista al Teatro Petrolini

“Quante volte avrei voluto bendare il tempo perché non mi vedesse. Lo avrei lasciato correre, senza di me. Ed io sarei andata via, di schiena, in un luogo dove l’alba non teme il tramonto. Dove l’inizio non cerca la fine. Dove la luna non spegne i ricordi quando  il sole, all’orizzonte, annega nel blu. Sì, libererei gli attimi dalla gabbia del tempo. Lì renderei  liberi da principio e fine…”.

Questo, il prologo di “Attimi”, spettacolo con musiche di Gabriella Di Luzio e Antonio Maiella, per la regia di Gianni Musy, che percorre i momenti della vita più intensamente vissuti, quelli di gioia, di dolore di amore, di odio, di  indifferenza, di  leggerezza, di lutto, in una sorta di altalena emozionante e ondivaga, così come la vita è attraversata da tutti questi eventi, in una sequenza disordinata e spesso un po’ folle.

E’ anche una cavalcata tra ricordi ed emozioni, in parole e musica, di tutti i generi teatrali che Gabriella Di Luzio ha attraversato, dal cabaret, alla prosa, dal musical alla sceneggiata napoletana e al cafè-chantant, genere quest’ultimo che le ha valso dalla stampa  l’appellativo di “ultima sciantosa”. A volte i siparietti recitati sono solo il pretesto per interpretare una canzone ad essi attinente, e qui gli autori hanno attinto da nomi prestigiosi, da Totò a Viviani, a Hollander a Velia Magno. A volte sono l’abbandonarsi a memorie interessanti e divertenti, della pluriennale esperienza di commediante della protagonista, maturata in giro in lunghissime tournée. Un’occasione di svago, ma tra il serio e il faceto, anche di intelligente riflessione. Al pianoforte il Maestro Mario Messina.

In scena al Teatro Petrolini (via Rubattino 5 tel. 06/5757488) dal 2 al 7 novembre.

Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21 domenica ore 18.

 

[29-10-2010]

 
Lascia il tuo commento