Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

I furbetti della pensione

riscuotevano i soldi del nonno deceduto

Da anni riscuotevano la pensione del nonno morto. Ora dovranno rispondere di truffa ai danni dello stato. 81 persone sono accusate dalla procura della Repubblica di Roma per avere indebitamente incassato pensioni intestate a parenti ormai deceduti.

A scoprire la truffa gli uomini della Guardia di Finanza attraverso una lunga indagine iniziata nel 2006 inizialmente a carico di ignoti. Sotto la lente degli investigatori diverse migliaia di posizioni per ognuna della quali è stata esaminata la documentazione bancaria, i fascicoli pensionistici, gli incroci con la banca dati del comune di roma e dell’anagrafe tributaria. Sono centinaia di migliaia gli euro sottratti all’inps che ha già fatto richiesta di restituzione. I truffatori infatti con questo sistema riuscivano a farsi accreditare sul conto corrente la pensione del parente defunto, qualcuno di loro andava addirittura a ritirarla direttamente allo sportello con tanti di firma falsa.

L’indagine della guardia di finanza ha funzionato anche come deterrente, sono infatti migliaia le posizioni pensionistiche sanate grazie all’autodenuncia di chi incassava indebitamente le somme.

[28-10-2010]

 
Lascia il tuo commento