Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Raccolta di firme per abolizione delle botticelle

il ministro Brambilla lancia un ultimatum al sindaco Alemanno

Saranno anche un simbolo di Roma, ma sono tanti quelli che pensano che sia giunto il momento per le botticelle di staccare i cavalli e montare un motorino elettrico.

È questa l’idea di diciotto  associazioni animaliste e di diversi esponenti politici del Campidoglio, che hanno promosso e sostenuto una petizione per abolire le botticelle. Troppo crudeli le condizioni in cui sono costretti a lavorare i cavalli, senza contare l’impatto sul traffico di Roma e le brutte figure che alcuni vetturini hanno fatto fare alla città chiedendo ai turisti cifre esorbitanti.

"Magari avessimo avuto noi un ministro della Repubblica favorevole all'abolizione delle botticelle" ha detto la consigliera comunale del Pd Monica Cirinnà, delegata alla tutela dei diritti degli animali con la Giunta Veltroni. Da Cirinnà, ma anche dal consigliere comunale dell'Udc Alessandro Onorato e da altri esponenti dell'opposizione è arrivata una proposta di delibera di iniziativa consiliare presentata in aula il 7 ottobre scorso che chiede all'Assemblea capitolina di deliberare il divieto assoluto di esercitare l'attività delle botticelle sull'intero territorio del Comune di Roma. Entro 90 giorni dall'approvazione del documento i vetturini avranno la possibilità di convertire la propria licenza in altre attività come ncc, taxi o utilizzare carrozzine a trazione elettrica. Da parte delle associazioni presenti, tra cui Lav, Oipa (che ha organizzato l'evento) e Ava, la denuncia di una mancata risposta da parte del sindaco e degli assessori competenti, Marchi e De Lillo, che "non hanno tempo per riceverci e per farci consegnare le prime 5.000 firme". Cirinnà ha annunciato l'impegno di portarle lei stessa in Aula. L'assessore provinciale al Turismo Patrizia Prestipino ha presentato le magliette realizzate per la campagna informativa sulle quali c'è scritto: "Basta botticelle, è il nostro cavallo di battaglia".

Oltre 5 mila le firme raccolte fino ad agosto e presentate al sindaco Alemanno e alla sua giunta, 5 mila firme alle quali ne vanno sommate almeno altre 2 mila arrivate da questa estate ad oggi.

L'ULTIMATUM DELLA BRAMBILLA - "Considerando che Roma è una tappa pressoché‚ obbligata per tutti i turisti stranieri - ha detto il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla - sono certa che il sindaco Alemanno vorrà concretamente valutare l'opportunità di rendere la capitale sempre più 'animal friendly', cioè al passo con i tempi, accogliendo la richiesta di abolizione avanzata da un grande numero di cittadini e dalle associazioni animaliste. I clamorosi incidenti di cui sono stati vittime, negli anni, i cavalli delle botticelle, la recente aggressione ad una ragazza da parte di un vetturino e l'ipotesi di truffa che i giornalisti di un programma televisivo hanno documentato qualche settimana fa - conclude il ministro - rendono non più  rinviabile la decisione".

[26-10-2010]

 
Lascia il tuo commento