Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Altre di Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Altre di Cinema
 
 

Pitigliani Kolno'a Festival: rassegna di cinema ebraico e israeliano

Tra tradizione e nuove tematiche, la migliore cinematografica israeliana in anteprima a Roma

Dal 23 al 27 Ottobre la Casa del Cinema di Roma ospita l’ottava edizione del Pitigliani Kolno’a Festival, rassegna di cinema ebraico e israeliano divisa quest’anno in quattro sezioni tematiche.

Novità dell’edizione 2010 “Serie televisive: cronache del quotidiano”, spazio dedicato alla serialità televisiva sempre in prima linea – anche in Israele –nel raccontare la quotidianità degli spettatori con prodotti di alto livello. Tra le proposte della sezione “Merhak Negia”, serie tv sul un giovane immigrato russo che si prepara ad accogliere la sua famiglia e intanto si trova a gestire la sua storia d’amore con una ragazza proveniente da un diverso ambiente culturale.

La massiccia presenza di immigrati russi – circa un quinto della popolazione -  in Israele ha influenzato la cinematografia israeliana, che si distingue per una notevole varietà stilistica e tematica. L’ottava edizione del Pitigliani Kolno’a Festival rileva la presenza di questo tema fortemente presente nell’ispirazione degli autori contemporanei in tutte le sue sezioni.
Nello spazio dedicato ai documentari è in programmazione il pluripremiato “Diplomat” di Dana Goren, racconto della vita nell’omonimo hotel di Gerusalemme. Una tempo resort a cinque stelle, oggi ricovero per seicento immigrati dell’ex URSS che continuano a celebrare l’eterna nostalgia della loro patria.
Yes, Miss Commander!” –girato a quattro mani da Dan Setton e Itzik Lerner – racconta dell’impatto tra le donne comandanti di una base militare in Bassa Galilea  e i giovani “difficili” al cui addestramento è dedicata la base. Dal progetto è nata una piccola serie documentaria televisiva, da cui è stato tratto il documentario unico presentato oggi in Italia.

Ospite del festival anche Vincenzo Condorelli, autore di “Zefat, San Nicandro. Il viaggio di Eti” presentato nella sezione “Percorsi Ebraici”. Eti è una ragazza che decide di ripercorrere a ritroso il cammino della sua famiglia fino a San Nicandro, paese rurale del sud Italia in cui –poco prima dell’emanazione delle leggi antisemite mussoliniane – un gruppo di contadini si proclamò di fede ebraica.
Nella stessa sezione sarà presentato un documentario inedito in ItaliaA film unfinished”, storia vera di un film di propaganda girato dai nazisti nel ghetto di Varsavia poco prima della Rivolta. All'evento sarà presente Liat Ben Habib, Direttore del Dipartimento Audio Visual del Memoriale dell'Olocausto "Yad Vashem" di Gerusalemme.

Da non dimenticare anche la collaborazione con la Sam Spiegel School di cui quest’anno cade il ventennale della fondazione. Il Pitigliani Kolno’a Festival rende omaggio alla scuola di cinema più prestigiosa di Israele con la programmazione di tre nuovi cortometraggi e una selezione di quelli più belli realizzati finora dagli allievi della scuola.

Il festival – diretto dal critico cinematografico Dan Muggia e dalla giornalista Ariela Piattelli e organizzato in collaborazione con collaborazione con l’Ambasciata di Israele e con il Patrocinio e il sostegno della Regione Lazio e della Provincia di Roma e del Comune di Roma – sarà inaugurato Sabato 23 Ottobre alle ore 20.30 da “Mortgage”, film di Sharon Maymon e Tal Granit che aprirà la sezione “Sguardo sul nuovo cinema israeliano”. “Mortgage” racconta dei problemi, quanto mai attuali e globali, di una coppia alle prese con le spese quotidiane e l’apertura di un mutuo per l’acquisto della casa dei sogni.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Per consultare il programma completo e per maggiori informazioni si consiglia di consultare il sito ufficiale del Pitigliani Kolno’a Festival.


[21-10-2010]

 
Lascia il tuo commento