Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Piano di rientro sanitario

nelle province i maggiori tagli

Il Piano Sanitario varato dalla Giunta Polverini ha come punto cardine la riorganizzazione della rete degli ospedali. Le esigenze di risparmio fanno sì che gli interventi decisi incideranno sui posti letto, soprattutto quelli disponibili in Provincia di Roma.

I tecnici della Polverini hanno diviso la Regione Lazio in 4 macroaree, tutte, secondo il piano, autosufficienti dal punto di vista dell’offerta sanitaria. Nella prima macroarea, che va da Roma centro, alla zona di Tivoli e comprende la Provincia di Frosinone, ci sarà una diminuzione dei posti letto pari a 946 unità, con un rapporto di 3,6 posti letto ogni mille abitanti. La seconda macroarea, che comprende le Asl Rm B e C ( Tiburtino, Casilino, Centocelle , Casilino, Tuscolana, Romanina, san Giovanni, Prenestino, Eur e Torrino) vedrà un taglio di 721 posti letto e il rapporto sarà di 3,2 letti per mille abitanti. La terza macroarea ,che va dalla Rm D ( Ostia, Fiumicino , Corviale Gianicolense) e H ( i castelli ) più la Provincia di Latina, perderà 584 posti , con 4,3 posti letto ogni mille abitanti.

La quarta macroarea comprende le province di Rieti, Viterbo e parte della zona nord di Roma; subirà una perdita di 946 posti letto, con un rapporto di 4,1 letti ogni mille abitanti. In due macroaree il rapporto posti letto ogni mille abitanti è inferiore a 4 che è la cifra minima indicata dal patto per la salute, cioè dall’accordo finanziario e programmatico Governo e Regioni in merito alla spesa e alla programmazione del Servizio Sanitario Nazionale, finalizzato a migliorare la qualità dei servizi e l’appropriatezza delle prestazioni.
 
 

[21-10-2010]

 
Lascia il tuo commento