Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Il Decameron

Ha debuttato l’altra sera al Teatro Sala Uno uno spettacolo liberamente tratto dall’opera di Boccaccio

Ha debuttato l’altra sera al Teatro Sala Uno “Il Decameron”, liberamente tratto dal Decamerone  di  Boccaccio. L’adattamento è di Riccardo Barbera, mentre la regia è affidata a Roberto Della Casa, con Tony Allotta, Maria Borgese, Irma Ciaramella, Alfredo Oppio, Eduardo Ricciardelli e Dario Tacconelli.

Nell’opera la tematica di fondo (per la prima volta ispirata a una tragedia realmente accaduta: la peste), si fonde alla novellistica arguta, divertente e di pura fantasia. In “Peste e Corna “, lo spettacolo mette in evidenza soprattutto questa caratteristica del Decameron, e si alterna l’impietosa descrizione della Peste (dal prologo dell’opera) a una delle novelle più divertenti (IX giornata, III novella).  Nell’uso del linguaggio, perché si possa godere della bellezza del volgar fiorentino senza perdere nulla nella comprensione dei fatti narrati, si è ricorsi ad un “escamotage“ o gioco teatrale che fa sì che gli attori alternino nella recitazione la lingua odierna all’autentico volgare di Boccaccio, questo per aiutare il pubblico soprattutto a non perdere nulla della trama.

L’idea di mettere in scena il Decamerone – ha spiegato Roberto Della Casa – è nata dopo l’ennesima discussione con mia figlia, studentessa in un liceo di borgata, sul modo di esprimersi dei giovani, e non solo, di oggi. Dalla poca fantasia nel linguaggio, alla scarsità di vocaboli, dalle parole monche perché devono, giocoforza, entrare nello spazio ristretto di un SMS, alle strampalate conversazioni via internet”.

Lo spettacolo resterà in scena fino al 7 novembre.

[20-10-2010]

 
Lascia il tuo commento