Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Caso Cucchi: respinta richiesta superperizia

la sorella Ilaria ''mio fratello non è stato solo abbandonato dai medici''

Nessuna superperizia, almeno per il momento, per accertare le morte di Stefano Cucchi. Lo ha deciso il giudice dell’udienza preliminare, Rosalba Liso, respingendo così l’istanza degli avvocati dei familiari del geometra 31enne, deceduto un anno fa all’ospedale Pertini dopo sei giorni dal suo arresto. Il gup ha motivato la decisione spiegando che le parti civili non posso formulare questo tipo di richiesta nella fase di udienza preliminare ma ciò può avvenire, eventualmente, in ambito di discussione.

Secondo gli avvocati della famiglia, Fabio Anselmo e Alessandro Gamberini, il reato di lesioni colpose, contestato agli agenti penitenziari è insufficiente, i legali chiedono infatti che venga contestato l’omicidio preterintenzionale. Anche per questo la perizia, secondo Ilaria, la sorella di Stefano Cucchi, sarebbe stata fondamentale per capire l’entità delle lesioni subite dal fratello.

"Mio fratello non è stato semplicemente abbandonato dai midici -ha detto Ilaria Cucchi, sorella di Stefano- mio fratello è arrivato al Pertini con quelle lesioni che hanno poi innescato il meccanismo che l'hanno portato alla morte. Chiedo che sia ammessa questa realtà ma evidentemente non c'è questa volontà. In aula oggi -continua Ilaria Cucchi- mi sono sentita come se fossi un imputato, mi sono sentita attaccata pesantemente dal Pm per il mio utilizzo dei mezzi d'informazione".

La Procura ha chiesto il processo per 13 persone: tra cui sei medici e tre infermieri dell'ospedale Pertini che ebbero in cura Cucchi e tre agenti penitenziari. Le accuse sono quelle di lesioni aggravate, abuso di autorità nei confronti di arrestato, falso ideologico, abuso d'ufficio, abbandono di persona incapace, rifiuto in atti d'ufficio, favoreggiamento e omissione di referto.

Gli agenti penitenziari sono accusati, tra l'altro, di lesioni aggravate e di abuso d'autorità, secondo l'accusa, il 16 ottobre, i tre avrebbero picchiato il geometra romano nelle camere di sicurezza del tribunale.
 
 

[19-10-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE