Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Militia Christi, violenta protesta in I Municipio

incursione al grido di 'abortisti e assassini'

Dopo l'approvazione di un odg che chiede un percorso partecipato sulla proposta di modifica della legge regionale sui consultori, la maggioranza di centrosinistra del I Municipio racconta di aver subito una pesante aggressione da parte di un manipolo di esponenti del movimento Militia Christi, con lancio di volantini, sedie e insulti al grido di 'abortisti e assassini'.

La protesta del gruppo è iniziata non appena l'Udc ha espresso di volersi astenere dalla votazione. Lo ha raccontato il consigliere dell'Udc, Cristina Elena De Luca. "Sarebbe stata per noi - spiega De Luca - una scelta prematura poichè il ddl firmato da Olimpia Tarzia che riguarda la regolamentazione dei consultori è ancora all'inizio". Non appena il consiglio ha terminato la votazione su questo punto all'ordine del giorno, la seduta e' stata interrotta per le proteste degli esponenti di Militia Christi.

"A seguito dell'invasione dell'aula i membri dell'associazione di estrema destra, già in passato protagonisti di intimidazioni e prontamente identificati dalla Polizia Municipale e per questo diffidati dalle successive presenze in aula, il Presidente del Consiglio Stefano Marin è stato costretto a sospendere i lavori". E' quanto afferma una nota della maggioranza del Municipio I.

"Il Pd - si legge - esprime tutto il suo sdegno per gli atteggiamenti intimidatori e strumentali volti a influenzare la libertà di coscienza di ogni consigliere. Il gruppo del Pd ribadisce che non si lascerà intimorire dalle minacce e continuerà il suo percorso di lavoro nel governo di questo Municipio ed esprime tutta la sua solidarietà alla collega Cristina Elena De Luca che insieme al gruppo dell'Udc ha preferito non partecipare alla votazione e che per questo è stata vittima in prima persona degli attacchi volgari e violenti di tali facinorosi. Il gruppo Misto-Verdi condanna questi atteggiamenti violenti e intimidatori e si unisce alla solidarietà alla collega De Luca. L'Idv ribadisce che tali forme di violenza non possono essere tollerate in un'aula consiliare che ha il compito, pur nella dura contrapposizione politica, di lavorare per il bene di tutta la cittadinanza. La maggioranza esprime infine il suo sostegno al presidente Orlando Corsetti coinvolto in prima persona nello scontro con gli estremisti di Militia Christi".

A margine dell'incursione, l'Udc ha poi attaccato in una nota anche il consigliere del Pdl Augusto Caratelli che "insieme ad un gruppo di facinorosi", avrebbe "strumentalizzato per logiche di schieramento quella che è stata una legittima e motivata scelta, non contribuendo a creare quel clima di dialogo e di confronto necessario ad affrontare temi di grande importanza sociale".

[14-10-2010]

 
Lascia il tuo commento