Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Cisl e Uil in piazza a Roma

''meno fisco per il lavoro''

Dopo gli studenti è la volta dei sindacati, a scendere in piazza sono stati Cisl e Uil che, da piazza del Popolo, hanno chiesto al governo una riforma fiscale  che alleggerisca i lavoratori dipendenti e pensionati.

Secondo gli organizzatori sarebbero circa 100.000 i partecipanti alla manifestazione, migliaia le bandiere verdi della Cisl e blu della Uil che sventolano sulla piazza al ritmo della musica dal vivo di Paolo Belli. "Più sostegno per famiglie, giovani, donne e immigrati" è lo slogan scandito dagli striscioni dei manifestanti.

ASSENTE LA CGIL - "È la prima volta che i sindacati manifestano per chiedere una riduzione delle tasse», dice arrivando il leader della Uil Luigi Angeletti, che non avverte la mancanza della Cgil. "Noi vogliamo fare una trattativa e un accordo con il Governo sulle tasse e non mi sembra che oggi la Cgil sia in condizione di voler fare accordi".

Che ci sia una spaccatura tra i sindacati è chiaro anche dalle parole del segretario generale Cisl Bonanni "La Cisl e la Uil sono la maggioranza del sindacalismo italiano. Questa non è una piazza contro, ma a favore dell'Italia".

ALEMANNO - "La manifestazione di Piazza del Popolo della Cisl e Uil sulla riforma fiscale è stata una manifestazione veramente esemplare sia per contenuti che per organizzazione -ha detto Alemanno- Nei contenuti, Cisl e Uil hanno dimostrato che è possibile difendere gli interessi dei lavoratori con uno spirito costruttivo e riformista. Le tesi di Cisl e Uil sulla riforma fiscale e sullo sviluppo sono da appoggiare con convinzione. Io mi auguro che il Governo prenda spunto da questa manifestazione per lanciare quel patto sociale che è necessario per rimettere in moto l'economia e la coesione sociale nel nostro Paese".
 
 

[09-10-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE