Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Brevi di Cronaca
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma » Brevi di Cronaca
 
 

Flammini ''per la F1 a Vallelunga ci vorrebbero 150 milioni''

il circuito di Vallelunga «Ne ho parlato con l'amministratore delegato dell'impianto di Vallelunga e si ipotizza che occorrano circa 150 milioni di euro per portare Vallelunga a ospitare un Gran Premio di Formula 1 e sostenere le 100 mila presenze attese. Questa cifra sarebbe tutta a carico del pubblico, perchè un investimento privato lì non è ammortizzabile». Così risponde Maurizio Flammini, presidente di Federlazio e promotore del Gp all'Eur a chi lo interpella sulla ipotesi di spostare l'intero progetto sul circuito fuori dalla Capitale. Flammini non si dice contrario all'ipotesi, ma spiega la differenza sostanziale tra le due ipotesi: «all'Eur prevediamo un investimento complessivo di circa 100 milioni di cui la gran parte verrebbe finanziata dai privati» Al contrario che a Vallelunga, dunque, «il comune non impiegherebbe neanche un euro nel finanziamento del Gran Premio, ma interverrebbe solo su una parte delle opere pubbliche collegate»

«Il Gran Premio d'Italia resterà sempre Monza, ma due ci starebbero, quindi bene anche se si aggiunge Roma». Così Enrico Gelpi, presidente dell'Aci e vicepresidente della Fia, ha commentato l'ipotesi di aprire in Italia un secondo circuito per la Formula 1, parlando a margine della giornata inaugurale della 66/a Conferenza del traffico e della circolazione, a Riva del Garda, in Trentino. «Se ci sarà il Gp a Roma - ha affermato Gelpi - l'importante è che non danneggi quello di Monza, che esiste dal 1922. E nessuno credo voglia arrivare a questo. Per il resto, dal punto di vista turistico e di visibilità generale del Paese che un Gran Premio può dare, vanno benissimo due appuntamenti». Il vicepresidente della Fia ha parlato poi delle prospettive dei motori della Formula 1 per il 2013, confermando che si va verso «il cambio coi turbo, nell'ottica di una riduzione dei costi, ma anche della ricerca - ha sottolineato - di soluzioni per la produzione di serie. Il presidente Jean Todt è da sempre molto attento alla sinergia tra sport e mobilità generale».
 
TAG: f1 roma - f1
 

[04-10-2010]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE